Isolanti riflettenti multistrato: come funzionano? | Ingegneri.info

Isolanti riflettenti multistrato: come funzionano?

L'esperto di raffrescamento passivo illustra come interagiscono sulle dispersioni di calore i materiali isolanti riflettenti

isolanti_riflettenti
image_pdf

Come agiscono gli isolanti riflettenti multistrato sulle dispersioni di calore?  Poiché il calore è uno stato della materia che si trasmette per mezzo di una differenza di temperatura da una zona calda verso una zona fredda, e la trasmissione avviene in quattro modi diversi che rappresentano altrettante dispersioni termiche (l’irraggiamento, la convezione, la conduzione e il cambiamento di fase [umidità/vento]), si possono distinguere quattro situazioni specifiche:

  1. l’irraggiamento, la trasmissione di calore senza contatto tra due corpi, vale a dire a distanza (ad esempio, sedendosi davanti al caminetto, si sente il calore sprigionato da quest’ultimo). Come agiscono gli isolanti multistrato multiriflettenti sull’irraggiamento? Le pellicole riflettenti esterne degli isolanti multistrato multiriflettenti respingono l’irraggiamento degli infrarossi in modo molto efficace verso la sorgente d’emissione (apparecchi di riscaldamento in inverno e irraggiamento solare in estate). Inoltre, ogni pellicola riflettente interna costituisce un’ulteriore barriera alla trasmissione di calore tramite irraggiamento;
  2. la conduzione, trasmissione del calore per contatto attraverso un corpo solido, liquido o gassoso (ad esempio, una piastra elettrica calda a contatto con una casseruola trasmette il calore per conduzione). Come agiscono gli isolanti multistrato multiriflettenti sulla conduzione? I separatori a bassa densità (ovatte, schiume ecc.) degli isolanti multistrato multiriflettenti, racchiusi tra le pellicole riflettenti, costituiscono camere d’aria isolanti che rappresentano altrettante barriere alla conduzione (stesso principio dei doppi vetri). All’esterno del complesso multistrato l’installazione tra due camere d’aria, vale a dire senza contatto con la parete da isolare, permette di limitare notevolmente i trasferimenti d’energia per conduzione. All’interno del complesso multistrato si verificano pochi fenomeni di conduzione, nella misura in cui le pellicole riflettenti sono separate da materiali che rappresentano altrettante camere d’aria isolanti che ostacolano la conduzione;
  3. la convezione, movimento d’aria calda dovuto a una differenza di temperatura e di massa per unità di volume. L’aria calda sale e il calore si dissipa (ad esempio, un radiatore scalda l’aria per contatto [conduzione], l’aria calda esce verso l’alto [convezione]. Come agiscono gli isolanti multistrato multiriflettenti sulla convezione? Gli isolanti multistrato multiriflettenti permettono di combattere gli spifferi d’aria che sono all’origine di importanti dispersioni termiche
  4. il cambiamento di fase, trasmissione del calore per cambiamento di stato: solido, liquido, gassoso (il passaggio dallo stato gassoso allo stato liquido sprigiona calore); ad esempio, la condensa sui vetri del bagno è dovuta al vapore acqueo della zona calda che si condensa sui vetri freddi. Come agiscono gli isolanti multistrato multiriflettenti sul cambiamento di fase? Gli isolanti multistrato multiriflettenti sono impermeabili all’acqua di scorrimento accidentale. Inoltre, le loro prestazioni termiche impediscono la condensa sulla faccia interna.

 

 

In sintesi i vantaggi degli isolanti riflettenti multistrato sottili sono:

  • comfort termico estate e inverno la composizione e la posa in opera degli isolanti riflettenti sottili in inverno creano una barriera al freddo e restituiscono il calore emesso all’interno dei locali, in estate rimandano all’esterno l’irraggiamento per evitare il surriscaldamento nei sottotetti
  • maggior volume e superficie abitabile gli isolanti riflettenti sottili non superano i 30 mm di spessore, quindi garantiscono maggiore volume abitabile, fino al 20 % al tetto, maggiore superficie abitabile. Ad esempio si potranno avere 3 m2 di superficie abitabile guadagnati in 100 m2 di costruzione verticale. Grazie allo spessore ridotto, gli isolanti riflettenti sottili sono particolarmente raccomandati nelle ristrutturazioni per conservare l’estetica dell’edificio
  • risparmio di riscaldamento e aria condizionata gli isolanti multistrato sottili consentono un notevole risparmio energetico, contribuendo alla riduzione dell’effetto serra
  • isolamento duraturo non favorisce la nidificazione di roditori, i film intermedi sono protetti dalla polvere per mantenere inalterata l’efficacia nel tempo, garantisce stabilità dimensionale e resistenza meccanica dell’isolante garantiti nel tempo
  • posa facile e veloce i rotoli sono leggeri, facili da trasportare, da immagazzinare e da posare. La flessibilità degli isolanti multistrato sottili ne consente l’adattabilità a qualsiasi supporto di qualunque forma. Si tagliano con il cutter, con le forbici e possono essere posati e fissati tramite graffe, viti o colla
  • prodotti senza fibre irritanti gli isolanti multistrato sottili sono garantiti senza fibre irritanti, inoltre non è richiesta nessuna particolare attrezzatura per la posa. Unica precauzione, in caso di posa dall’esterno, indossare degli occhiali da sole per evitare di essere abbagliati.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Isolanti riflettenti multistrato: come funzionano? Ingegneri.info