Kings College Library | Ingegneri.info

Kings College Library

wpid-9918_home.jpg
image_pdf

Mitchell Taylor Workshop, lo studio che h progettato questo sviluppo residenziale universitario, ha un interesse crescente nelle strutture scolastiche che nasce dal lavoro su progetti come la “Room 13”. Il Kings College di Taunton gli ha commissionato la nuova libreria di 500 m2 del college nel 2008. Il sito è stretta e abbastanza complesso: al piano terra vi sono uffici, spazi ricreativi e spazi didattici, e al primo piano vi è la biblioteca. Il sito ha definito un articolato studio degli edifici, che ha determinato la soluzione architettonica finale – una serie di strutture a dente di sega rivolto verso nord che forniscono ai livelli sottostanti di grandi dimensioni, luce naturale e ventilazione.

La soluzione si è evoluta da una serie di proposte precedenti che erano più “convenzionalmente radicali”: spesso è più facile per gli architetti proporre un “oggetto” alieno, come un pezzo radicale di design, e le prime proposte infatti davano vita a una luccicante scatola di ottone e rame rivestita con una serie di alette continue che variavano in base alla quantità di luce esterna. Tale proposta venne respinta da parte del benefattore principale (un ex allievo), che ha donato una parte significativa dei fondi per la costruzione, e ha chiesto che alle proposta fosse riconosciuto il carattere di forma e materiali del contesto locale. 

Come dicono gli architetti, dopo aver ricominciato da zero il progetto, “Ci siamo resi conto che doveva essere un edificio in muratura. Abbiamo spinto questi aspetti il più possibile, e abbiamo finito per rendere il mattone l’elemento connotativo del progetto – anche i soffitti sono rivestiti in mattoni – li abbiamo fatti fare a mano da Ibstock, e la percentuale di quelli “distorti” nel forno, venuti male, li abbiamo inseriti in modo casuale nel rivestimento esterno”.

La sezione ripetuta degli edifici sviluppata in forma di “cappello delle streghe” massimizza la ventilazione e l’illuminazione naturale, va al di là del dente di sega convenzionale, e conferisce all’edificio una sorta di firma. Internamente, essa fornisce un alto e arioso open space per la biblioteca al piano.

Il rivestimento è stato poi studiato per fornire viste strategiche dell’esterno – da qui la disposizione caasuale delle finestre – con una serie di aggetti che forniscono spazi di lettura e animano la facciata, con la ventilazione fornita da una serie di schermi di metallo perforati che si aprono indipendentemente dalla ventilazione naturale dell’edificio.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Kings College Library Ingegneri.info