La nuova sede di l'Oreal Cosmetique | Ingegneri.info

La nuova sede di l'Oreal Cosmetique

wpid-4860_cantiere.jpg
image_pdf

Il piano terra dell’edificio è occupato da reception e aree di servizio, mentre i piani +1 e +2 sono occupati dagli uffici. Nel basamento sono invece stati costruiti due piani interrati di parcheggio, con parte del livello -1 destinato a meeting rooms e a hall d’ingresso, che riceve la luce naturale da un lucernario posto nel patio. 

Il progetto è basato su tre temi principali: 
– Frammentazione del volume: l’area di progetto è suddivisa in quattro moduli, ciascuno dei quali con tre livelli, che conferiscono al complesso un carattere e una scala propria di un edificio di piccole dimensioni e permettendogli di integrarsi armoniosamente con il distretto residenziale in cui si colloca.  
– vegetazione: nel distretto residenziale è fortemente presente la vegetazione, posta tra la strada e le case dietro le recinzioni e nel retro dei giardini. Il verde trova modo di penetrare anche nel cuore del progetto, tra i moduli prima descritti, nei patii e aiuta a frammentare la percezione del volume. 
– Materiali: i mattoni sono tra i materiali più impiegati, sia nell’area delle abitazioni monofamiliare che in quella con i condomini. Le facciate in terracotta – reinterpretazione contemporanea dei mattoni – sono una finitura che visivamente è molto utilizzata nel progetto. Le bande orizzontali vetrate, con dettagli particolarmente curati, innalzano la qualità dei materiali di rivestimento impiegati e accentuano il ritmo orizzontale del progetto. I tetti in metallo dei singoli moduli riflettono il layout volumetrico del complesso e riprendono i materiali, come per esempio lo zinco, usati nei tetti delle abitazioni limitrofe. 

Il progetto architettonico è basato, dunque su tre temi: 
– lo studio volumetrico dell’edificio con particolare riguardo per la sua scala e la tipologia dei dintorni residenziali 
– una riflessione profonda sull’ottimizzazione della qualità degli spazi di lavoro 
– un linguaggio architettonico particolare e attenzione nella scelta dei materiali 

Il progetto è stato sviluppato, come già detto, in quattro moduli quadrati da 14 metri di lato ciascuno, con una copertura in pannelli d’acciaio. 
In ogni modulo, il livello superiore è arretrato e tutti i moduli sono interconnessi mediante uno spazio centrale che contiene gli accessi e spazi comuni di diversa natura. Essi sono suddivisi in due parti da un asse che rimarca sia gli ingressi dell’edificio che il layout funzionale interno.  
Il paesaggio gioca un ruolo di grande importanza nel progetto, dal momento che accentua la frammentazione dei volumi di cui si compone l’edificio. Il verde entra in esso attraverso i patii del piano terra. Gli alberi vengono utilizzati come uno sfondo tra i moduli edificati e creano un particolare rapporto tra essi e l’intorno, ma servono anche al comfort degli utenti. Le aree occupate dalle costruzioni interrate verranno anch’esse trattate a paesaggio, e le parti a un solo piano fuori terra presentano una copertura a verde. Il dialogo tra l’edificio e la vegetazione dà al complesso un’aria di quiete e serenità. 

Il progetto architettonico delle facciate, chiaramente contemporaneo, utilizza materiali già presenti nell’intorno. Il ritmo delle facciate, limitate in altezza a due piani fuori terra, è basato su un modulo di 1,5, e si adatta alla scala del contesto. 
Mentre i principi strutturali sono: 
– una infrastruttura di tipo convenzionale in cemento 
– una superstruttura metallica, con colonne in acciaio, travi alveolari che permettono il passaggio degli impianti e dei servizi, e pannelli in acciaio per i solai. 

Ogni modulo dell’edificio comprende il basamento, l’edificio stesso e la copertura, garantendo inoltre al complesso una seconda scala visuale: 
– la parte bassa dell’edificio, sullo sfondo, stacca visivamente i moduli dal terreno, dandogli un’apparenza di leggerezza. 
– il corpo della facciata è costituito da bande in terracotta che si interfacciano con le bande vetrate e con esse dialogano attraverso la carpenteria metallica di colore scuro. Questo ritmo orizzontale è diviso verticalmente in moduli da 1,5 m. 
– L’ultimo solaio dell’edificio è separato dal resto del volume attraverso degli elementi che marcatamente segnano il progetto e si proiettano esternamente 
– infine, le coperture, quasi una quinta facciata dell’edificio, contengono al loro interno, completamente nascosti alla vista, gli impianti tecnici. 

Copyright © - Riproduzione riservata
La nuova sede di l'Oreal Cosmetique Ingegneri.info