L'edilizia verso la ripresa? Il mercato delle macchine da' segnali positivi | Ingegneri.info

L’edilizia verso la ripresa? Il mercato delle macchine da’ segnali positivi

wpid-24308_edilizia.jpg
image_pdf

“Finalmente una buona notizia. E di quelle concrete e che fanno ben sperare”, esordisce con queste parole Bruno Zavaglia direttore del Saie, commentando i dati dell’Osservatorio Saie, Cresme, Federcostruzioni, promosso da Cantiermacchine-Ascomac, Comamoter – Unacoma e Ucomesa – Anima. “Siamo di fronte a una inversione di tendenza che anche se non annulla il gap del -24,8% registrato nel 2013 rispetto al 2012, costituisce un segnale molto importante.” Il direttore del Saie sottolinea che se è vero che la ripresa delle costruzioni tradizionalmente parte dal mercato delle macchine, allora “si può ipotizzare che la lunga notte delle costruzioni stia per finire”. Il Rapporto ipotizza che con la ripresa della domanda interna si possa, infatti, avviare il settimo ciclo edilizio. La conferma di un trend positivo del mercato delle vendite delle macchine e degli impianti per l’edilizia, un più 15% registrato nel primo semestre dell’anno, e’ frutto di un +23% del primo trimestre e di un +9,8% nel secondo trimestre sui corrispondenti periodi del 2013.

Nel dettaglio, il Rapporto sul primo semestre del 2014 segnala come le dinamiche positive interessino tutte le tipologie di prodotto ad eccezione delle vibrofinitrici e dei rulli, macchine utilizzate prevalentemente per la costruzione e la manutenzione delle strade. A crescere maggiormente le “terne” (+31%) e le macchine movimento terra tradizionali con un +28,3%. Una crescita che consente al comparto di annullare il gap del 2013, registrando un andamento positivo anche rispetto al 2012: +0,8%. Un andamento rafforzato dalla crescita anche delle importazioni di macchine dall’estero, che registra un +15,8% nel primo quadrimestre rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Come sottolinea Elisa Cesaretti, presidente di Ascomac, “questa conferma di un trend positivo dà un po’ di speranza alle imprese, fortemente colpite da anni di recessione. L’aumento delle vendite, soprattutto per quanto riguarda le macchine movimento terra, che costituiscono la quota maggiore del mercato, e’ un segnale importante. Ora dobbiamo attendere la conferma dei prossimi mesi. A fine ottobre in occasione del Saie potremo avere maggiori certezze e prospettive per una reale uscita dal tunnel. Dal 22 al 25 ottobre, in occasione dei 50 anni del Saie, il rilancio delle costruzioni sarà al centro del confronto aperto e positivo tra tutte le categorie e con il Governo, guardando il futuro con ottimismo”.

Nella prossima edizione, che si svolgerà a Bologna dal 22 al 25 ottobre prossimi, il Saie si proporrà come una piattaforma ancor più ampia del costruire del futuro. Green Habitat, Urban Space, Smart City Exibition, la manifestazione delle reti per le città intelligenti organizzata da Bolognafiere e Forum Pa, Accadueo, Saie 3, per la componentistica di finitura, Ambiente e Lavoro, dedicato in particolare al cantiere sicuro e Expotunnel, dedicata alla grande ingegneria italiana dei galleristi, saranno tutti gli “eventi nell’evento” che renderanno la più importante fiera del settore ancora più propositiva.

Copyright © - Riproduzione riservata
L’edilizia verso la ripresa? Il mercato delle macchine da’ segnali positivi Ingegneri.info