Moduli unificati: verso l'interoperabilità tra le amministrazioni | Ingegneri.info

Moduli unificati: verso l’interoperabilità tra le amministrazioni

Dopo i moduli unificati, pubblicato in Gazzetta Ufficiale l'allegato tecnico ed i dati in formato XML che garantiscono l'interoperabilità tra le amministrazioni

image_pdf

Lo scorso 16 giugno è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale l’accordo, ai sensi dell’articolo 9, comma 2, lettera c) del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, tra il Governo, le regioni e gli enti locali concernente l’adozione di moduli unificati e standardizzati per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni e istanze.

Attraverso questo accordo, unitamente a quelli pubblicati rispettivamente il 4 maggio ed il 6 luglio 2017, si aggiunge un ulteriore tassello: l’interoperabilità e lo scambio dei dati tra le amministrazioni, grazie all’approvazione dell’allegato tecnico e gli schemi in formato .xlm.

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Articolo 1 – Approvazione allegato tecnico e schemi xlm

Si ribadiscono i moduli approvati rispettivamente quelli contenuti negli accordi del:

  • 4 maggio 2017: attraverso questo accordo si procedeva al completamento del moduli unificati e standardizzati per le attività contenute nella tabella A del d.lgs. 222/2016;
  • 6 luglio 2017: prevede l’adozione dei moduli unificati e standardizzati per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni ed istanze in materia di attività commerciali ed assimilabili e di edilizia;
  • 5 ottobre 2017: integrazione all’accordo del 4 maggio 2017 in merito al relativo allegato tecnico.

A questi si aggiungono l’allegato tecnico e gli schemi dati XML relativi alla seguente modulistica:

  1. per le attivita' in  materia  edilizia:  la  comunicazione  di
    inizio lavori  asseverata  (CILA),  la  segnalazione  certificata  di
    inizio  attivita'  (SCIA),  la  segnalazione  certificata  di  inizio
    attivita'  (SCIA)  alternativa   al   permesso   di   costruire,   la
    comunicazione di inizio lavori (CIL) per opere dirette  a  soddisfare
    obiettive esigenze contingenti e temporanee, la comunicazione di fine
    lavori, la segnalazione certificata di inizio  attivita'  (SCIA)  per
    l'agibilita', il permesso di costruire;
  2. per le attivita' commerciali ed  assimilate:  i  panifici;  le
    tintolavanderie;  la  somministrazione  di  alimenti  e  bevande   al
    domicilio del consumatore; la somministrazione di' alimenti e bevande
    in esercizi posti nelle aree  di  servizio  e/o  nelle  stazioni;  la
    somministrazione di alimenti e bevande nelle scuole, negli  ospedali,
    nelle comunita' religiose, in stabilimenti militari o  nei  mezzi  di
    trasporto pubblico; le autorimesse; gli autoriparatori.
  3. Allegato A ovvero il documento complementare ed integrativo dell’accordo, che contiene gli schemi in formato xlm, direttamente scaricabili dal sito istituzionale www.unificata.it.

Per maggiori informazioni, consultare la Gazzetta Ufficiale.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Moduli unificati: verso l’interoperabilità tra le amministrazioni Ingegneri.info