Opere incompiute in Italia: secondo il Mit siamo a quota 647 | Ingegneri.info

Opere incompiute in Italia: secondo il Mit siamo a quota 647

Una flessione del 14% del dato assoluto 2017 rispetto al 2016: ma sono ancora troppe le opere pubbliche, in tutte le regioni d'Italia, ferme al palo

Opere incompiute in Italia
image_pdf

È stata aggiornata con i dati riferiti al 31 dicembre 2017 l’Anagrafe delle Opere pubbliche Incompiute di interesse nazionale. I dati raccolti dal Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti raccontano di una flessione rispetto al 2016: i dati evidenziano una contrazione del numero delle opere incompiute, ridotte da 752 a 647 (- 105 opere, pari a – 14%), confermando una ripresa a completamento delle opere, già registrata lo scorso anno.

Questa azione di monitoraggio è possibile grazie al lavoro sinergico tra Mit, le Regioni e le Provincie autonome e la collaborazione istituzionale di ITACA, l’Istituto per l’innovazione e la trasparenza degli appalti e della compatibilità ambientale, ha peraltro prodotto risultati ancor più significativi sotto il profilo dell’accuratezza dell’indagine utile alla pubblicazione dell’elenco-anagrafe.

Opere incompiute, dietro i numeri tanti cantieri fermi

L’elenco, compilato dalle Regioni, dalle Provincie autonome e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti si riferisce alle opere incompiute al 31 dicembre 2017.
I dati sono stati caricati dalle amministrazioni titolari dei procedimenti sull’apposito sito tramite il SIMOI – Sistema informatico di monitoraggio delle opere incompiute – e sono pubblicati su una pagina specifica a cura del Mit, dove è possibile rilevare nel dettaglio quali sono le opere incompiute, la percentuale dello stato di avanzamento dei lavori e l’importo per l’ultimazione degli stessi. In Sicilia, come nel 2016, il numero di opere incompiute ancora bloccate più alto d’Italia, ben 162, mentre l’importo totale di questi lavori fermi in Italia è di quasi quattro miliardi di euro per il 2017, dato in diminuizione rispetto al 2016 ma sempre e comunque preoccupante. Dagli impianti di condizionamento alle dighe, passando per le strade ferrate e le caserme sono diverse e di diverso impatto economico le opere incompiute in Italia.

Di seguito, nel dettaglio, la rilevazione delle opere incompiute nazionali e regionali riferita ai dati dell’anno 2017 pubblicati al 30 giugno 2018:

opere_incompiute_2017

L’aggiornamento dell’anagrafe delle opere incompiute di competenza, rispettivamente, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e delle Regioni e delle Provincie Autonome, è realizzato ai sensi del D.M. 13 marzo 2013, n. 42 disciplinante il “Regolamento recante modalità di redazione dell’elenco anagrafe delle opere pubbliche incompiute, di cui all’art. 44 bis del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Opere incompiute in Italia: secondo il Mit siamo a quota 647 Ingegneri.info