Ponti termici negli infissi: cassonetti e davanzali | Ingegneri.info

Ponti termici negli infissi: cassonetti e davanzali

Come si verifica, da cosa dipende e come si corregge la presenza di ponti termici negli infissi all'altezza dei cassonetti e dei davanzali?

wpid-25834_cassonetto.jpg
image_pdf

I ponti termici dovuti all’installazione degli infissi dipendono dal posizionamento degli elementi di raccordo con la struttura, come i cassonetti o i davanzali.

 

 

Dettaglio degli elementi di connessione con la parete verticale nella parte superiore dell’infisso (cassonetto), e nella parte inferiore (davanzale)

I ponti termici nei cassonetti

Uno dei ponti termici legati agli infissi è la connessione superiore dell’infisso con la parete, che può prevedere o meno altri componenti come i cassonetti per gli avvolgibili (tapparelle) per la messa in opera delle tapparelle o altri elementi schermanti esterni.

I cassonetti sono elementi che contengono gli avvolgibili, e sono posizionati al di sopra delle finestre; possono essere integrati con i serramento stessi, oppure posizionati al di sopra dell’architrave degli infissi.

I cassonetti sono elementi ‘deboli’ dell’involucro perché intercapedini d’aria, quindi con bassa resistenza termica. In questi casi bisogna cercare di posizionare il cassonetto in continuità o, meglio ancora, verso l’esterno dello strato isolante, oppure, per evitare i ponti termici, occorre isolare i cassonetti o utilizzare cassonetti già isolati.

I ponti termici nei davanzali

Nel caso in cui i davanzali (detti anche bancali) siano costituiti da un unico elemento, essi hanno un ruolo importante nella sezione verticale, andando a costituire l’elemento di connessione diretta tra l’interno e l’esterno degli ambienti.

Si possono ridurre i ponti termici se si “spezzano” i davanzali in due parti, una verso l’interno e una verso l’esterno, intervallate dall’infisso.

In commercio esistono davanzali costituiti da un isolamento al suo interno. Tale soluzione garantisce una riduzione del ponte termico del 50-60% rispetto a un davanzale tradizionale.

Tra le altre soluzioni innovative per la riduzione di questi ponti termici vale la pena ricordare quella del ‘rivestimento. Si tratta di una soglia aggiuntiva da appoggiare a quella preesistente avente uno sporto fino allo spessore dell’eventuale cappotto esterno. Lo sporto ricopre la soglia anche verticalmente in modo da ridurre le dispersioni termiche del ponte termico.

 

 

 

Taglio termico del bancale mediante il controtelaio della finestra

Un’altra tecnica valida per ridurre i ponti termici dei davanzali è quella di creare un taglio termico nel bancale. Questo può essere ottenuto o attraverso l’inserimento di materiale isolante (il davanzale quindi risulta diviso in due parti) o attraverso l’inserimento di un controtelaio con lo stesso scopo dell’isolante ma con caratteristiche di resistenza meccanica superiori.

 

 

Riduzione del ponte termico del davanzale tramite un rivestimento isolante

Leggi anche: Ponti termici nei serramenti e negli infissi: norme di riferimento

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Ponti termici negli infissi: cassonetti e davanzali Ingegneri.info