Ponti termici nei balconi: continuita' strutturale e taglio termico | Ingegneri.info

Ponti termici nei balconi: continuita’ strutturale e taglio termico

La situazione dei ponti termici dovuti alla presenza di balconi e' complessa, perch occorre interrompere la continuita' strutturale

wpid-25686_balcone.jpg
image_pdf

La situazione dei ponti termici dovuti alla presenza di balconi è complessa perché, di solito, è prevista continuità diretta del solaio interno verso l’esterno e si interrompe la continuità dello strato isolante esterno. In questo caso è più difficile risolvere il ponte termico se non interrompendo la continuità strutturale.

Continuità strutturale dei balconi

I ponti termici in presenza dei balconi sono dovuti alla continuità strutturale tra il solaio interno e il solaio del balcone, che separa la continuità dello strato isolante e favorisce il passaggio del flusso di calore dall’interno all’esterno.

 

Schemi delle principali configurazioni della connessione tra parete verticale, solaio orizzontale interno e balcone, con indicata la posizione dello strato isolante

Nel caso delle strutture portanti in cemento armato, nella maggior parte dei casi, viene realizzato contemporaneamente il getto sia del solaio interno sia del balcone. Nel caso di strutture portanti realizzate in acciaio o in legno, la connessione del balcone può essere realizzata proseguendo le travi portanti verso l’esterno, oppure con degli elementi di raccordo strutturale che consentono di collegare il balcone alla struttura. In questa situazione, la continuità strutturale diretta è data dalla trave.

Negli edifici costruiti in zone alpine, a titolo d’esempio, la struttura portante dei balconi è realizzata autonomamente e addossata alla parete principale. Lo strato isolante può essere posizionato sul lato esterno, intermedio o interno della parete verticale, in alcuni casi lo strato isolante del pavimento interno può essere “risvoltato” verso la parete, oppure, l’intero balcone può essere ricoperto con lo strato isolante, soluzione più dispendiosa. In questi casi la dimensione geometrica L del ponte termico è la lunghezza del balcone.

Taglio termico del balcone

Per taglio termico si intende l’inserimento di uno strato isolante tra il balcone e il solaio interno in modo da poter avere una certa continuità dell’isolamento del muro.

 

Taglio termico del balcone

In commercio ne esistono di diverse tipologie e di diverso materiale.Alcune tipologie presentano dei ferri per poter permettere la continuità dell’armatura tra il solaio interno e il balcone esterno, mentre in altre è possibile inserire i ferri di armatura dopo l’installazione del taglio termico e prima del getto di calcestruzzo.

I materiali isolanti usati sono ad alta densità per poter resistere agli sforzi di compressione presenti in quella zona per la presenza della mensola a balcone.

Al momento attuale, molti ingegneri strutturisti non amano questo prodotto per via della scarsa resistenza a compressione.

Da un punto di vista termico, la soluzione garantisce la riduzione del ponte termico di circa il 70-80% rispetto a una soluzione tradizionale (assenza del taglio termico).

In alternativa, è possibile risolvere il problema del ponte termico del balcone ‘staccandolo’ dalla struttura muraria e fissandolo o attraverso tiranti posti sul tetto, oppure attraverso dei pilastri.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Ponti termici nei balconi: continuita’ strutturale e taglio termico Ingegneri.info