Agenzia delle Entrate, l'interpello sulla cessione di complesso immobiliare | Ingegneri.info

Agenzia delle Entrate, l’interpello sulla cessione di complesso immobiliare

Per l'Agenzia delle Entrate si applicano l’imposta di registro al 9% e le imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di 50 euro

agenzia entrate interpello
image_pdf

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta n. 67/2018, chiarisce che alla cessione di un complesso immobiliare oggetto di un piano di recupero da parte di un Comune alla società attuatrice, si applicano l’imposta di registro al 9% e le imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di 50 euro.

Il caso all’attenzione dell’Agenzia delle Entrate

L’interpello verteva sulla possibilità di applicare anche alla cessione di un complesso immobiliare oggetto di un piano di recupero da parte del Comune alla società aggiudicataria del bene tramite asta pubblica e incaricata dei lavori, la disciplina agevolativa, che prevede l’applicazione dell’imposta di registro in misura fissa e l’esenzione delle imposte ipotecaria e catastale agli atti di trasferimento nell’ambito dell’edilizia residenziale pubblica, stabilita dall’art. 32 del Dpr n. 601/1973, richiamata nell’art. 20 della Legge n. 10/1977 (cd. Legge Bucalossi) e dalla legge di Bilancio 2018 (art. 1, comma 88, della Legge n. 205/2017).

Secondo l’Agenzia, l’agevolazione non è applicabile alla fattispecie oggetto di interpello per due motivi:

  • l’art 10 co. 4 del Dlgs n.23/2011 Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale ha eliminato il regime di favore previsto dall’art. 5 della legge n. 168/1982, che stabiliva l’applicazione delle imposte di registro ipotecarie e catastali in misura fissa ai “trasferimenti di beni immobili effettuati nei confronti di soggetti che attuano l’intervento di recupero”.
  • L’estensione del regime di favore anche agli atti preordinati alla trasformazione del territorio operata dalla legge di Bilancio 2018 non può essere esteso ad atti che non hanno ad oggetto interventi edilizi riconducibili a quelli previsti dalla disciplina individuata dalla ‘legge Bucalossi’, tra cui rientrano, ad esempio, le cessioni di aree per la realizzazione delle opere di urbanizzazione connesse all’intervento edilizio, o gli atti aventi ad oggetto la redistribuzione di aree tra co-lottizzanti.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Agenzia delle Entrate, l’interpello sulla cessione di complesso immobiliare Ingegneri.info