"Rilanciare le costruzioni per far ripartire il Paese": presentata Made Expo 2013 | Ingegneri.info

“Rilanciare le costruzioni per far ripartire il Paese”: presentata Made Expo 2013

wpid-16049_madeexpo.jpg
image_pdf

È stata presentata lunedì 27 maggio a Milano, alla presenza di Maurizio Lupi, Ministro dei Trasporti e Infrastrutture e Giorgio Squinzi, Presidente di Confindustria, la nuova edizione di Made Expo, evento di riferimento nazionale per architettura, edilizia e design.

Confermate le sei aree di interesse principali dell’evento: costruzioni e cantiere, involucro e serramenti, finiture e interni, città e paesaggio, software e hardware, energia e impianti. Tra le novità più rilevanti nella formula, il passaggio dal 2013 alla cadenza biennale, in linea con i maggiori appuntamenti europei del settore dell’edilizia e delle costruzioni, e offrendo così all’industria di settore un punto di lancio per la grande occasione rappresentata da Expo 2015. Le date dell’edizione 2013 sono dal 2 al 5 ottobre, nella location della Fiera Milano Rho. 

In linea con gli appelli che giungono da mesi sulla necessità di far ripartire il settore delle costruzioni e conseguentemente lo sviluppo economico italiano, Made Expo aggiorna la sua formula dando maggiore risalto a temi come la riqualificazione urbana, la tutela e la manutenzione del territorio e delle infrastrutture, la prevenzione antisismica e il risparmio energetico. Si tratta di temi già indicati come priorità dal neo Ministro delle Infrastrutture Lupi, che ha presentato un piano integrato per creare occupazione nel settore, agendo su più fronti come l’accelezione delle grandi opere cantierate e cantierabili, il piano di manutenzione scuole, la proroga degli incentivi per il risparmio energetico con l’allargamento alla prevenzione sismica, e infine la trasformazione in legge dell’accordo Abi-Ance per il rilancio dei mutui casa, proseguendo sulla linea già avviata dalla scorsa edizione di Made Expo, durante la quale si era concretizzato un prodotto finanziario unico dedicato da Unicredit alle aziende espositrici.

“Le priorità del sistema costruzioni trovano in Made expo una piattaforma ideale di dialogo, proposte e soluzioni per tutta la filiera, partendo proprio dalla specificità di ciascun comparto e dal contributo essenziale a tutto il sistema edilizio – ha dichiarato Giovanni De Ponti, Ad di Made expo. “Secondo i dati ANCE, il settore costruzioni dall’inizio della crisi ha perso 550mila addetti considerando l’indotto, numeri davanti ai quali è necessario reagire dando ossigeno alle imprese perché investano su qualità, innovazione e riqualificazione. Le aziende scelgono Made expo per guardare al futuro ed essere protagoniste nel contesto di una manifestazione leader internazionale”.

In un quadro in cui gli investimenti nel settore edile sono caratterizzati da una preoccupante flessione (-7,6% solo nel 2012, e circa il 30% dal 2008 al 2012 secondo gli ultimi dati Ance), la riqualificazione del patrimonio abitativo esistente è l’unico comparto che sembra mostrare una tenuta nei livelli produttivi, con un dato sulla manutenzione straordinaria sulle costruzioni che segna un +9,3% nel quinquennio 2008-2012 e una previsione di crescita del 3% anche per il 2013.

In particolare il tema dei bonus per il risparmio energetico e per le ristrutturazioni, oltre a mettere in primo piano la questione drammatica della sicurezza, rappresenta un’occasione per riqualificare il patrimonio edilizio e dare nuovo vigore al mercato interno, facendo leva non su contributi statali diretti, ma su un sistema di incentivi e di defiscalizzazione per muovere gli investimenti .In questo senso la specializzazione dei settori diventa una strada vincente per Made expo al fine di dare maggior risalto alle nuove tecnologie e materiali per il recupero del patrimonio esistente.

Nell’ottica di creare opportunità sempre più vantaggiose per le aziende, Made Expo si propone come “hub qualificato” per tutte le proposte del costruire sostenibile e per avviare un dibattito su temi strategici come quelli della riqualificazione e dell’efficientamento energetico del patrimonio edilizio, coniugando il business con la sostenibilità contro ogni fenomeno di greenwashing, ovvero di appropriazione indebita da parte delle aziende di caratteristiche ambientali e sostenibili, da combattere con misure di reale incentivo al settore e con certificazioni efficaci e condivise.

Copyright © - Riproduzione riservata
“Rilanciare le costruzioni per far ripartire il Paese”: presentata Made Expo 2013 Ingegneri.info