Sismabonus, detrazioni fiscali anche in zona 1 | Ingegneri.info

Sismabonus, detrazioni fiscali anche in zona 1

La novità potrebbe rientrare nella manovra correttiva del Governo. Parere positivo dell’Ance

sismabonus
image_pdf

Il Sismabonus “approda” anche nei Comuni delle zone classificate in zona 1. È questa l’importante novità che dovrebbe contenere la Manovra correttiva dei conti pubblici, attualmente in discussione alla Camera. In sostanza, l’obiettivo è far sì che – per ottenere le detrazioni fiscali – i lavori, effettuati da imprese di costruzione o ristrutturazione, consistano nella demolizione e ricostruzione dell’edificio. Dove consentito, sarà possibile preveder anche l’ampliamento della volumetria.

Tecnicamente, l’impresa avrà diciotto mesi di tempo, dalla fine dei lavori, per vendere gli immobili in questione. La detrazione (75% se l’intervento determina il passaggio ad una classe di rischio inferiore o 85% in caso di passaggio a due classi di rischio inferiori) sarà calcolata sul prezzo di vendita dell’unità immobiliare risultante dall’atto di compravendita. La norma fissa a 96 mila euro il tetto di spesa incentivabile. Calcolatrice alla mano, se l’intervento può far accedere alla detrazione massima dell’85%, l’acquirente usufruirà di uno sconto pari a 81.600 euro sul prezzo di vendita dell’immobile.

Gli acquirenti avranno la facoltà di scegliere se avvalersi della detrazione o se cedere il credito di imposta corrispondente all’impresa che ha realizzato i lavori o ad altri soggetti privati, tranne che ad istituti di credito e intermediari finanziari.

Il Governo ha previsto per l’attuazione di questa misura un finanziamento complessivo di 137,5 milioni di euro.

La novità normativa, se davvero sarà accolta, trova il parere positivo dell’Associazione nazionale costruttori edili (Ance). L’allargamento del sisma bonus alla zona 1 favorirebbe “le operazioni di acquisto di interi fabbricati da parte delle imprese. Anche se la disposizione si applica limitatamente alla cessione di unità immobiliari localizzate nella zona a rischio sismico 1, è importante per il settore delle costruzioni, in quanto favorisce gli interventi più strutturali che consentono di realizzare l’obiettivo di riqualificazione integrale del territorio, con particolare attenzione alla sicurezza sismica degli edifici”.

Scarica: Sismabonus: linee guida periti industriali

Copyright © - Riproduzione riservata
Sismabonus, detrazioni fiscali anche in zona 1 Ingegneri.info