Social housing a "partecipazione aperta" | Ingegneri.info

Social housing a “partecipazione aperta”

wpid-10413_home.jpg
image_pdf

Si tratta di un progetto unico per Amsterdam: lo sviluppo di un blocco residenziale di 71 unità di alloggi sociali ad affitto bloccato e 10 case “detached” a Zuidbuurt, Steigereiland. Commissionato da Projectontwikkeling Rochdale per Stadgenoot, questo blocco ha preso avvio dopo un processo altamente interattivo tra il team di progettazione, il cliente e i futuri occupanti. In realtà, i due elementi più notevoli di questo progetto sono la sua posizione e la misura con cui i futuri abitanti delle case hanno partecipato alle diverse fasi del progetto.

Steigereiland è un pezzo di terra recentemente rivalutato, un nuovo quartiere nel centro di Amsterdam. Lunghe direttrici che si estendono da diverse parti della città definiscono la struttura di Steigereiland: le linee elettriche creano un punto di riferimento e di collegamento del IJburglaan, e il percorso ciclo-pedonale che attraversa il Noordbuurt passando per il centro di Amsterdam. Questi tracciati dividono l’isola in comunità con differenti entità e caratteristiche.

Blok 128 è collocato perfettamente nell’isola: prominente lungo la IJburglaan con la vista del corso d’acqua sul lato sud e verso il Parco Zuidbuurt all’estremità orientale. Il cortile ospita un parcheggio e un giardino condominiale.

Come uno dei progetti di punta di rinnovo urbano di Stadgenoot, Blok 128 collega e unifica Parkstad (il parco occidentale della città) e Waterstad (IJburg). Trentadue famiglie, ovvero quasi la metà della quantità di famiglie che alloggeranno nel complesso, hanno partecipato attivamente alla progettazione del loro futuro alloggio, dei blocchi e delle unità personali. I futuri residenti sono stati coinvolti fin dall’inizio: nella scelta dell’architetto, nella partecipazione a una serie di workshop, i cui risultati sono stati integrati nella proposta finale. In definitiva, 45 diversi tipi di case sono state stillate dalle scelte e dalle richieste. Presentato il Progetto Preliminare, gli inquilini hanno selezionato le loro case e la loro ubicazione all’interno dell’edificio. Questa discrezionalità ha definito la disposizione degli spazi interni così come l’evoluzione della facciata del blocco. Il progetto davvero unico è riuscito a creare subito un senso di comunità, dal momento che persone di diversa provenienza hanno collaborato apertamente nel percorso progettuale.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Social housing a “partecipazione aperta” Ingegneri.info