Sostenibilità degli edifici: il nuovo protocollo Itaca 2011 | Ingegneri.info

Sostenibilità degli edifici: il nuovo protocollo Itaca 2011

wpid-8752_nuovoedifici.jpg
image_pdf

Il consiglio direttivo di Itaca (Istituto per la trasparenza, l’aggiornamento e la certificazione degli appalti) ha approvato il Protocollo Itaca Nazionale 2011 per la valutazione della sostenibilità energetico e ambientale degli edifici. Il nuovo documento porta a compimento un lavoro durato quasi un anno, svolto con il supporto tecnico di Itc-Cnr e iiSBE Italia.

La principale novità è l’uscita, oltre che del Protocollo per edifici residenziali, anche del Protocollo per uffici, in linea con la direttiva comunitaria 2010/31/CE che prevede per il 2020 consumo quasi “zero” per gli edifici pubblici. A questo si aggiungeranno a breve strumenti di valutazione per scuole, aree industriali ed edifici commerciali.

La struttura dei protocolli residenziale e terziario è di base la medesima, in modo tale da avere standard declinati solo in termini di indicatori e scale di prestazione, ma tecnicamente armonizzati per facilitarne l’apprendimento e l’applicazione.

Il Protocollo per uffici contiene 35 criteri o tematiche di valutazione, simili a quelli del residenziale, ma cambiano i parametri di calcolo e le scale di prestazione per l’attribuzione dei punteggi. In più sono previsti alcuni criteri specifici tipo la presenza di Bacs (Building Automation). Entrambi riguardano sia le nuove costruzioni sia gli interventi di recupero edilizio.

L’aggiornamento del Protocollo nasce dall’esigenza di allineare lo strumento di valutazione alle nuove norme tecniche UNI in materia di energia (serie UNI 11300) e comfort e alle “Linee Guida nazionali per la certificazione energetica”. Nella versione 2011 sono inoltre stati modificati principalmente gli indicatori relativi ai materiali da costruzione, alla qualità del servizio e alla qualità del sito.

Itaca 2011 prevede anche un’articolazione del punteggio di valutazione secondo tre valori. E’ presente un punteggio relativo alla qualità della localizzazione, che prescinde dalle scelte progettuali, e uno relativo alla qualità della costruzione. La combinazione dei due punteggi esprime quello complessivo della costruzione.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sostenibilità degli edifici: il nuovo protocollo Itaca 2011 Ingegneri.info