Un monolite bianco in Austria | Ingegneri.info

Un monolite bianco in Austria

wpid-10142_home.jpg
image_pdf

Nella regione rurale della Weinviertel della Bassa Austria gli esempi di architettura non-tradizionale sono generalmente introdotti con cautela e reticenza. Questo rende ancor più sorprendente quando improvvisamente, su una strada trafficata nella cittadina densamente edificata di Mistelbach, non lontano dalla piazza principale, ci si imbatte in un monolite bianco che comunica un sicuro linguaggio architettonico.

La casa, un’abitazione con ambulatorio medico integrato, presenta una facciata chiusa verso la strada. Tuttavia, non solo ogni sua “severità” formale è stata alleviata dalle pieghe dell’involucro concepito con spigoli dinamici, ma, in combinazione con il colore bianco utilizzato, l’edificio appare accogliente e invitante.

Prolungando lo sguardo sull’edificio ci si rende conto che l’impressione monolitica non è stata raggiunta solo attraverso la sua forma, ma anche attraverso il modo speciale in cui è rivestita la facciata bianca. Questo cappotto a base di resine è prolungato nelle pareti e nel tetto senza giunti di separazione e dà l’impressione che l’intero edificio sia stato realizzato come un pezzo unico.

La zona giorno, che è separata dal rumoroso spazio esterno ed è raggiungibile attraverso una strada privata, si trova dietro lo studio medico. Mentre i pazienti possono entrare direttamente dalla strada, la parte residenziale ha il suo ingresso sul lato del giardino. Due auto possono essere parcheggiate sotto una “pensilina” che collega i due edifici. Tutti gli spazi per la vita quotidiana come ad esempio la cucina, il soggiorno, la camera da letto padronale e quella dei bambini si trovano sul lato del giardino. Tutte le pareti che segnano il confine con le altre proprietà sono state conservate e aumentate in altezza, massimizzando così la privacy degli spazi di vita all’aperto nel giardino. Tutti gli accessori e mobili, sia nell’ambulatorio sia nella residenza sono di colore bianco. Nell’ambulatorio è stato utilizzato un pavimento sintetico in grigio chiaro, nell’abitazione un pavimento in parquet di rovere oliato. Nei corridoi, negli armadi e nella sala il bianco della facciata si ripete.

La sobria eleganza degli esterni di questo edificio in cemento armato è accompagnata da una riduzione del concetto cromatico, che viene utilizzato sia all’interno che all’esterno. Il nero è combinato con il bianco ripetuto della facciata, sotto forma di metallo che definisce tutte le aree di accesso e le aperture, che rende in modo chiaro il contrasto con l’involucro edilizio.

L’intero angolo esterno della zona di ingresso è stato rivestito con pannelli in alluminio nero. Anche il vetro usato nelle finestre sul lato sud della casa è un vetro solare nero, che protegge dal sole e dalla privacy sul fronte strada. Mentre una pellicola biancastra disegnata dall’architetto è stata applicata alla parte anteriore della vetrata della sala d’attesa. Il pattern di pixel è semi-trasparente, permette alla luce entrare e fornisce la privacy necessaria per i pazienti in attesa.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Un monolite bianco in Austria Ingegneri.info