"Vesuvio Est": presentato il progetto per la nuova stazione AV | Ingegneri.info

"Vesuvio Est": presentato il progetto per la nuova stazione AV

wpid-4026_Home.jpg
image_pdf

Venerdì 22 gennaio a Napoli  presso la sede della Regione Campania, a Palazzo Santa Lucia a Napoli è stato illustrato “Leggero, forte e chiaro”, il progetto vincitore del concorso  internazionale per la nuova stazione Vesuvio Est della linea Alta Velocità/Alta Capacità a monte del Vesuvio.

Il progetto è firmato dal gruppo italo-belga Philippe Samyn and Partners, con lo Studio Bargone architetti associati, la S.E.T.I. ingegneria, gli ingegneri Mauro Eugenio Giuliani e Carlo Cecconi, gli architetti Enrico Auletta e Zelda De Ruvo.

Vesuvio Est sarà la quarta stazione del sistema AV/AC della Campania (unica regione d’Italia ad averne in tale numero), dopo Napoli Centrale, Afragola e Salerno.

Inoltre, la stazione sarà collegata direttamente alla metropolitana regionale della Campania, attraverso l’interscambio con le linee della Circumvesuviana Napoli – Ottaviano – Sarno, Napoli – Pompei – Poggiomarino – Sarno e con la linea FS Napoli Salerno.

L’importo complessivo per la realizzazione dell’opera – che comprende anche un parcheggio multipiano e la riqualificazione urbanistica dell’area circostante – è di 32,5 milioni di euro, tutti fondi europei stanziati dalla Regione Campania. La superficie complessiva da edificare è di 8mila metri quadrati.

Vesuvio Est consentirà di collegare direttamente alla rete ad alta velocità Torino – Salerno l’area dell’Agro nocerino-sarnese, quella a Est del Vesuvio e la penisola sorrentina (per un bacino di utenti diretti di circa 742mila residenti) bypassando il nodo di Napoli (ossia senza entrare e fermarsi nella stazione di Napoli Centrale).

La nuova stazione consentirà, dunque, un grande risparmio di tempo a chi proviene da quell’area, nel caso in cui non debba raggiungere il Capoluogo campano ma proseguire verso Roma o Reggio Calabria.

Da Sarno a Roma, ad esempio, grazie alla nuova stazione e alla linea diretta AV si risparmieranno ben due ore (impiegando circa 65 minuti per raggiungere prima Napoli da Sarno – con la Circumvesuviana – e poi Roma, invece delle attuali 3 ore).

Consistente riduzione dei tempi di viaggio anche per le linee regionali: grazie alla nuova  stazione, ad esempio, da Sarno a Napoli si risparmieranno 25 minuti (40 minuti, invece di 65), mentre da Pompei si potrà raggiungere Roma (anche in questo caso bypassando il nodo di Napoli) in circa un’ora e mezza (-45 minuti), invece che due ore e un quarto.

All’interno della struttura, infine, sono previsti servizi commerciali, bancari e postali, e all’esterno, oltre al parcheggio, aree per taxi e terminal bus: la stazione, infatti, sarà raggiungibile anche dall’autostrada A30 e dalla Strada Statale 268.

Visiona il video del progetto


Scheda del  PROGETTO DELLA STAZIONE VESUVIO EST

Titolo: “LEGGERO FORTE E CHIARO 1 2 3”

Raggruppamento vincitore:
Philippe SAMYN and PARTNERS s.p.r.l. (capogruppo)
Studio Bargone architetti associati
S.E.T.I. Ingegneria srl
Ing. Mauro Eugenio Giuliani
Arch. Enrico Auletta
Ing. Carlo Cecconi
Arch. Zelda De Ruvo

La Samyn and Partners nasce nel 1980 dal socio fondatore Philippe Samyn, architetto e ingegnere belga. E’ attualmente composta da 10 associati, Denis Mélotte, Antonio Quinones, Bernard Vleurick, Ghislain Andrè, Johan VanRomaey, Jacques Ceyssens, Quentin Steyaert, Benedetto Calcagno, Thierry Henrard e Andrè Charon e uno staff di 9 professionisti. La Società è attiva in tutti i campi dell’ingegneria e dell’architettura e ha progettato, tra l’altro, la nuova sede del consiglio dell’Unione Europea a Bruxelles, la stazione ferroviaria di Leuven e il centro ricerche di Venafro.

La giuria:
La giuria nominata da Ferrovie dello Stato, in accordo con gli Ordini professionali e la Regione  Campania, era composta da David Nelson, partner di Norman Foster, Mario Botta, architetto svizzero autore di importanti opere in tutto il mondo tra le quali il Museo di arte moderna a San Francisco (California USA), Carlo De Vito, Amministratore Delegato di FS Sistemi Urbani (Gruppo FS), Marina Habetswallner, Romeo La Pietra, Stefano Reggio e Daniela Volpi.

Descrizione del progetto:
ll progetto denominato “LEGGERO FORTE E CHIARO 1 2 3” propone una minima  occupazione del territorio, estendendosi parallelamente alla linea AV e – grazie alla modularità della copertura e la possibile ripetizione del parcheggio – consente di essere  agevolmente realizzato per fasi funzionali.

Dal punto di vista architettonico, il progetto è caratterizzato da due elementi principali: una grande galleria trasparente a sezione parabolica, il cui disegno rimanda alle grandi  architetture ferroviarie dell’ottocento, e i grandi edifici circolari esterni alla stazione che  contengono il parcheggio multipiano. L’edificio è completato dalle pensiline per le due  linee ferroviarie e dalla viabilità connessa.

La galleria è realizzata da una maglia di archi reticolari metallici a sezione parabolica, che supportano a loro volta una struttura secondaria di alluminio alla quale sono fissati, dall’interno con un sistema ad incastro, i pannelli di policarbonato multicellulari. La copertura delle pensiline della linea AV è costituita da pilastrini metallici inclinati che supportano la copertura in lamiera metallica. Lo stesso schema progettuale e strutturale è stato utilizzato per la pensilina della linea Circumvesuviana.

Il parcheggio multipiano, pensato come un volume di forma cilindrica con diametro  esterno di circa 65 m, è un elemento compositivo rilevante del progetto. Il rivestimento  della facciata esterna è composto da una maglia triangolare metallica, con tamponature  in lamiera perforata con diverse percentuali di perforazione per aumentarne o  diminuirne la trasparenza.
{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
"Vesuvio Est": presentato il progetto per la nuova stazione AV Ingegneri.info