Constructa 2008. Maggiore cultura dell’innovazione, maggiore qualità del costruire | Ingegneri.info

Constructa 2008. Maggiore cultura dell’innovazione, maggiore qualità del costruire

image_pdf

Constructa 2008
Maggiore cultura dell’innovazione
maggiore qualità del costruire

Il recupero degli edifici esistenti mette a nudo il contrasto tra la cultura della conservazione intransigente e le ragioni di chi pensa alla città come elemento vivo in cui ogni epoca lascia traccia del proprio passaggio. L’argomento è stato dibattuto a Milano lo scorso 11 settembre presso il Four Seasons, durante la presentazione della terza edizione di Constructa – il forum della filiera delle costruzioni – quest’anno incentrato sul tema “REgeneration, nuova vita a spazi e costruzioni”, che affronterà il recupero dell’esistente portando a sintesi le principali declinazioni in cui si può articolare: energetica e acustica, strutturale, architettonica e urbanistica.
L’incontro ha fornito anticipazioni sul ricco programma della terza edizione di Constructa, in programma a Venezia Lido, nei giorni 6, 7 e 8 novembre presso l’Hotel Excelsior, con un titolo che ricorda come aree abbandonate e costruzioni obsolete possano essere rigenerate da nuove vite.

Sulla base del quesito posto durante la presentazione dell’evento – “Architetture delle città: testimoni solo del passato o anche del presente? La riqualificazione del patrimonio esistente tra le ragioni della conservazione e l’espressione della contemporaneità” – è emerso quasi all’unanimità il bisogno pressante di un cambio culturale, per lasciarsi alle spalle gli ultimi decenni disseminati di brutti edifici dalle prestazioni scadenti.

Constructa, fin dalla prima edizione, si è fatta carico del compito di agire come catalizzatore e facilitatore di processi di comunicazione e azione fra i diversi attori della filiera delle costruzioni, trattando di casi concreti e stimolando la presentazione di soluzioni.

Nel tema dell’edizione 2008, Re indica l’obiettivo di recuperare, riqualificare, reinventare il Real Estate: il ripensamento serve a restituire agli spazi costruiti funzionalità in sintonia con le mutate esigenze di urbanità, mobilità e fruibilità.

Tre giorni di confronto partendo quindi da aree industriali dismesse, edifici demaniali fatiscenti e inutilizzati, complessi vecchi, ex spazi commerciali e produttivi che ormai hanno fatto il loro tempo.
Come intervenire? Inventare o rispettare l’esistente? Come decostruire? Quali collegamenti riorganizzare per intrecciare le urbanità? Come superare gli impedimenti del quadro normativo nazionale? Sono questioni di stretta attualità in un’Europa convinta dalle ragioni della sostenibilità a limitare l’urbanizzazione all’interno degli spazi già occupati. E contestualmente impegnata ad abbattere i recinti delle periferie fisiche e sociali con progetti di grande respiro.

Tre giorni di relazioni di approfondimento e di workshop con case history: il forum di Constructa illustrerà le grandi opzioni tecnologiche di cui dovranno essere dotate le costruzioni e le infrastrutture delle città.

Il programma di Cconstructa 2008 si sviluppa in due direzioni:
• le conferenze plenarie: momenti in cui delineare il quadro prospettico, con analisi e riflessioni di contesto a cura di testimoni e pensatori eccellenti.
• i workshop paralleli, dove esempi concreti, già applicati, illustrano soluzioni e realizzazioni ad alto contenuto innovativo nella tecnologia e/o nel metodo. Nei momenti di socialità, come pure nei workshop, relatori e partecipanti possono confrontarsi direttamente senza filtri, sia collegialmente che in occasioni vis à vis.

A corollario dell’evento, sono in programma 3 mostre di grande interesse:
– la mostra Anteprima di Rigenerazioni urbane in Italia per Constructa 2008;
– la mostra Biennale di Architettura Barbara Cappochin per Constructa 2008;
– la mostra Frank Lloyd Wright di Tony Vaccaro per Constructa 2008.

Anche le mostre hanno sede a Venezia Lido, Hotel Excelsior, dal 6 all’8 novembre 2008.

Constructa è un evento ideato, promosso e organizzato da Fischer Italia con partner di rilievo nazionale ed internazionale operanti in comparti interessati al tema del recupero del patrimonio edilizio esistente.

Per il programma della manifestazione, consultare il sito
www.constructa2008.it

Copyright © - Riproduzione riservata
Constructa 2008. Maggiore cultura dell’innovazione, maggiore qualità del costruire Ingegneri.info