Convegno su  Il Traforo del Gran Sasso. Inizio delle moderne evoluzioni del tunneling. | Ingegneri.info

Convegno su  Il Traforo del Gran Sasso. Inizio delle moderne evoluzioni del tunneling.

wpid-traf_gran_sasso.jpg
image_pdf

 

Convegno su Il Traforo del Gran Sasso
Inizio delle moderne evoluzioni del tunneling

 

La SIG promuove questa terza occasione annuale d’incontro, aperta a tutti coloro che riconoscono il contributo delle grandi opere pubbliche, ed in particolare dei trafori, allo sviluppo del nostro Paese, nella ricorrenza di Santa Barbara, protettrice degli operatori delle gallerie. La conferenza si rivolge anche a chi ha contribuito alla realizzazione di tale tipo di strutture o più in generale allo sviluppo del tunneling e adesso non ha più (o non ha ancora) un cantiere, dove festeggiare la tradizionale ricorrenza e ricordare tutti i colleghi, minatori, tecnici o ingegneri, con i quali ha affrontato e vinto la natura ostile ed insidiosa del sottosuolo.

Il Traforo del Gran Sasso, opera che costituisce il focus dell’evento, attraversa gli Appennini sotto il massiccio del Gran Sasso d’Italia in Abruzzo; è costituito da due tunnel autostradali lunghi 10,176 km, utilizzati anche come accesso ai Laboratori Nazionali. I lavori di costruzione, affidati all’impresa COGEFAR, iniziarono il 14 novembre 1968 e si conclusero nel 1980, ma la galleria in direzione Teramo venne inaugurata solo l’1 dicembre 1984 e quella in direzione L’Aquila nel 1993.
Quella del Gran Sasso è la terza galleria stradale per lunghezza in Italia dopo il Frejus e il tunnel del Monte Bianco.
Nella realizzazione dell’opera, costata negli anni settanta 2.000 miliardi di lire, persero la vita 11 persone.
Il 15 settembre 1970, durante l’esecuzione dei lavori di scavo, fu intercettato un enorme serbatoio sotterraneo di acqua. Dall’acquifero sotterraneo, di altezza superiore ai 600 m, un fiume di acqua e fango alla pressione di 60 atmosfere travolse ogni cosa. La parte bassa della città di Assergi fu allagata, costringendo i residenti all’evacuazione, ed il corso di molte sorgenti fu compromesso, il livello della falda acquifera si abbassò notevolmente e la portata delle sorgenti del Rio Arno e del Chiarino fu quasi dimezzata.
Il Traforo del Gran Sasso, pur nelle ricordate complessità realizzative, rappresenta l’inizio delle moderne evoluzioni del tunneling, rispetto alle modeste conoscenze idrogeologiche, geotecniche e tecnologiche di allora, e ha contribuito a formare una competente ed appassionata generazione di tecnici e una maggiore professionalità nelle imprese italiane, in emulazione di COGEFAR, impegnata nella realizzazione del più lungo tunnel in territorio totalmente italiano.

Il convegno “Il Traforo del Gran Sasso” si terrà MILANO – venerdì, 5 dicembre 2008, presso l’Aula Maggiore FAST- Piazzale R. Morandi, 2. L’organizzazione dell’evento a cura della Società Italiana Gallerie (SIG), riceve il patrocinio della FAST e del Collegio Architetti ed Ingegneri di Milano.
La partecipazione al convegno è COMPLETAMENTE GRATUITA. L’iscrizione comprende: la partecipazione al convegno e la colazione di lavoro. Gli interessati devono inviare la scheda d’iscrizione alla Segreteria Operativa via fax/e-mail entro il 3 dicembre 2008. Eventuali disdette dovranno pervenire entro il 3 dicembre 2008, per consentire l’accesso a tutti i colleghi che lo desiderano.
L’iscrizione potrà essere effettuata anche direttamente alla sede del Convegno nei limiti dei posti disponibili dalle ore 09,30 del 5.12.2008.

Scarica il programma e la scheda

Copyright © - Riproduzione riservata
Convegno su  Il Traforo del Gran Sasso. Inizio delle moderne evoluzioni del tunneling. Ingegneri.info