Digital&BIM 2017, Bologna capitale dell’innovazione tecnologica | Ingegneri.info

Digital&BIM 2017, Bologna capitale dell’innovazione tecnologica

L’evento in programma nel capoluogo felsineo il 19 e 20 ottobre: in cartellone, conferenze, workshop e le premiazioni del “Bim&Digital Award 2017”

image_pdf

Per due giorni Bologna diventerà la capitale dell’innovazione e della trasformazione digitale. Il quartiere fieristico del capoluogo felsineo è pronto ad ospitare “Digital&Bim 2017”: l’evento si terrà il 19 e 20 ottobre e sarà l’occasione per approfondire e conoscere le ultime novità in materia di Building Information Modeling, verificare strategie, metodi di intervento e ambiti applicativi.

Il programma è ricco di iniziative ed è articolato con un variegato menu composto da convegni e spazi espositivi: per professionisti più esperti, in agenda momenti di studio con top speaker e ospiti internazionali. Digital&Bim Italia propone, inoltre, arene tematiche, con workshop formativi e casi studio delle realtà che stanno operando attualmente in Italia o all’estero con strumenti e sistemi fortemente digitalizzati.

Tra gli appuntamenti più importanti della due giorni, bolognese, ecco la conferenza internazionale “BIM, digitale e l’evoluzione delle costruzioni in Italia”: sarà l’occasione per presentare una serie di realtà imprenditoriali che hanno acquisito nel tempo una grande maturità digitale, inedite per l’Italia, e fare il punto a livello comunitario e nazionale sulle politiche digitali messe in campo dal Governo. Andando nello specifico, saranno ben cinque le sessioni che vedranno la partecipazione di numerosi ospiti ed esperti nazionali ed internazionali.

La rassegna in programma a BolognaFiere di aprirà con una sessione dal titolo “L’implementazione del BIM in Europa; l’industria dell’ambiente costruito e la sfida Digitale”. Ospiti come Calvin Kam di GSA, l’agenzia demaniale federale, Markus Koenig di RUB, uno dei maggiori centri di ricerca sul digitale in Germania, Marco Aimetti, coordinatore Dipartimento Lavoro e Innovazione CNAPPC, si interrogheranno su come le policy legate alla digitalizzazione si stiano sviluppando nei diversi paesi europei, con particolare attenzione alla domanda pubblica e anche in riferimento alle strategie nazionali.

La sessione pomeridiana si aprirà con l’approfondimento su “La digitalizzazione nel processo costruttivo e nella gestione del patrimonio”, occasione propizia per illustrare lo stato di avanzamento nell’adozione del BIM nei diversi ambiti di applicazione e nelle fasi del processo edilizio o infrastrutturale. Tra gli interventi in programma quello di Lorenzo Bellicini, direttore del Cresme, darà un quadro del mercato del BIM nel mondo, con uno spaccato riferito all’Europa e all’ Italia. Spazio anche alla filiera dell’edilizia, dalle aziende produttrici alle imprese di costruzioni, che spiegheranno il valore aggiunto della digitalizzazione per il mondo della produzione.
Il 20 ottobre si aprirà con il workshop “Lo stato della ricerca e della normazione sulla digitalizzazione in Italia”, che avrà lo scopo di tratteggiare i contorni delle relazioni che intercorrono tra gli attori della ricerca scientifica e del trasferimento tecnologico con gli operatori del mercato. I relatori saranno Giuseppe Di Giuda del Politecnico di Milano e Gianluca Pulciani della RAI che racconteranno come si sta implementando il BIM nel sistema di gestione della sede bolognese dell’azienda radiotelevisiva italiana.
In contemporanea, ecco un altro workshop sul tema “BIM e modellazione energetica”, organizzato da Aicarr, che cercherà di evidenziare le opportunità e le attuali problematiche nell’utilizzo di sistemi digitali di supporto al processo di realizzazione degli impianti HVAC&R (riscaldamento, ventilazione, condizionamento dell’aria e refrigerazione) attraverso la presentazione di alcuni casi studio.

La sessione di chiusura, “Il BIM come driver della domanda pubblica”, farà il punto sullo stato della committenza pubblica italiana in materia di digitalizzazione nei lavori pubblici, alla luce degli indirizzi legislativi e della loro obbligatorietà. Uno sguardo all’Europa con Mark Coleman di Crossrail, la più grande opera infrastrutturale europea, la nuova linea ferroviaria rapida che collegherà il sud est di Londra con alcune zone del Berkshire, del Birminghamshire e dell’Essex, che si avvia all’esercizio della linea attraverso il Digital Rail. Per quanto riguarda l’Italia, Andrea Nardinocchi racconterà il caso Italferr, la società di ingegneria del Gruppo FS Italiane, attiva in un costante processo di digitalizzazione. Il caso ANAS, invece, sarà illustrato da Domenico Petruzzelli: l’azienda che gestisce le strade e le autostrade italiane a inizio 2017 ha indetto la prima gara BIM e in tre anni stima il passaggio definitivo al digitale. Sotto i riflettori non solo le grandi stazioni appaltanti, ma anche quelle di dimensioni minori, per illustrare criticità e opportunità.

Ma a Bologna si sveleranno anche i nomi dei vincitori del premio “BIM&DIGITAL Award 2017”, organizzato da BolognaFiere in collaborazione con Building Smart Italia – l’associazione che promuove lo sviluppo di pratiche innovative nel comparto edilizio – per contribuire a diffondere i progetti e le opere che utilizzano le innovazioni digitali e il BIM. Al concorso potranno partecipare aziende, start-up, università, enti di ricerca e professionisti che hanno sviluppato progetti utilizzando il BIM, oppure nuovi strumenti e tecnologie digitali capaci di rendere più efficace il processo di costruzione e gestione, con particolare attenzione ai settori della salvaguardia dell’ambiente costruito, del recupero e del restauro del patrimonio anche infrastrutturale. Il termine per l’invio delle candidature è il 15 settembre 2017. I progetti finalisti saranno esposti in un’area dedicata della manifestazione e pubblicati sul sito di DIGITAL&BIM Italia. La premiazione dei vincitori avverrà nell’ambito della conferenza internazionale.

Leggi anche: BIM in in tribunale: per il Tar il Building Information Modeling non esclude elementi in 2D

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Digital&BIM 2017, Bologna capitale dell’innovazione tecnologica Ingegneri.info