Festival della Robotica a Pisa: temi e programma | Ingegneri.info

Festival della Robotica a Pisa: temi e programma

A Pisa una settimana per conoscere le applicazioni e le opportunità professionali di una tecnologia che pone l’Italia all’avanguardia nel mondo

robotica-uomo
image_pdf

Il nostro Paese è all’avanguardia a livello internazionale per quanto riguarda la robotica e può fornire un contributo importante in un settore strategico dell’innovazione tecnologica”. E’ questo il messaggio che sarà lanciato nel corso del festival della Robotica, che si terrà a Pisa dal 7 al 13 settembre: ne è convinto il professore Paolo Dario, coordinatore scientifico dell’evento, insieme a Franco Mosca, presidente della Fondazione Arpa, e direttore dell’istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Il Festival, nato da una sinergia di intenti e di idee che ha coinvolto tante eccellenze del territorio pisano, dalla Scuola Superiore Sant’Anna alla Fondazione Arpa, dalla Scuola Normale Superiore all’Università, e poi CNR, l’IRCCS Stella Maris, Endocas, il Centro di Ricerca Enrico Piaggio, presenta un programma ricco di appuntamenti. Laboratori itineranti, esposizioni interattive di robot sparse in diversi punti della città di Pisa, spettacoli e concerti, con l’evento clou previsto per il 12 settembre, quando al Teatro Verdi di Pisa si esibirà Andrea Bocelli con il soprano Maria Luigia Borsi.

Insomma, per una settimana Pisa sarà la capitale del futuro. Presso gli Arsenali Repubblicani è prevista un’esposizione di robot, strumenti, navigatori e simulatori di area sanitaria, mentre al Fortilizio della Cittadella ecco la mostra di modelli lignei provenienti dal Museo Leonardiano di Vinci. Alla Stazione Leopolda sarà allestita, invece, l’esposizione Interattiva di robot industriali e di servizio, con laboratori di Robotica Educativa, laboratori formativi per docenti e installazioni di abiti robotici. Infine, al Museo della Grafica – Palazzo Lanfranchi si terrà la mostra “Imagine Robots”, con opere grafiche e multimediali sul tema della robotica, mentre al Cinema “Arsenale” in cartellone ci sarà la rassegna settimanale di cinema e Robot da “Metropolis” a “Io e Caterina”.

“La robotica è ormai una tecnologia conosciuta in tutto il mondo e le cui applicazioni si dipanano in numerosi settori – spiega il professore Dario -; storicamente Pisa, a partire dagli anni ’80, è un luogo dove si studia e si fa robotica. Qui siamo stati precursori dei tempi, visto che abbiamo applicato questa tecnologia all’uomo, alla chirurgia, alla riabilitazione, all’assistenza degli anziani e dei bambini”. E proprio la città toscana è stata protagonista di mostre e gare di robotica, “qui abbiamo formato più della metà degli insegnanti del territorio che lavorano sui robot” aggiunge il direttore dell’Istituto di Biorobotica. Ma c’è di più. Il Festival di settembre sarà la giusta vetrina per la robotica italiana, come spiega il professor Dario: “Il nostro Paese dal 2000 è costruttore di robot di primissimo livello, abbiamo le giuste competenze e conoscenze per dar vita al progetto e all’assemblaggio di macchine sofisticate. Non dobbiamo dunque avere paura di nessuno e accettare le sfide che ci vengono proposte a livello internazionale”. E l’evento pisano servirà anche per sfatare falsi miti: “I robot tolgono lavoro all’uomo? Non è vero, il mondo della robotica apre tante porte e crea opportunità professionali irripetibili nei più svariati settori. Piuttosto, è più dannoso chi compra prodotti on line, mettendo in pericolo la vita di tanti negozi, non le pare? La robotica crea lavoro”.

L’iniziativa si avvarrà inoltre della co-promozione dall’Andrea Bocelli Foundation, della collaborazione della Fondazione Italia Giappone e del sostegno di istituzioni regionali e locali. Media partner della manifestazione sarà il Gruppo Editoriale L’Espresso, attraverso Finegil.

Leggi anche: Un robot ha costruito la facciata di una galleria a Shanghai

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Festival della Robotica a Pisa: temi e programma Ingegneri.info