Geotermia e rinnovabili: i geologi chiedono una regolamentazione | Ingegneri.info

Geotermia e rinnovabili: i geologi chiedono una regolamentazione

A Roma il Consiglio nazionale dell'ordine dei geologi chiede in maniera ufficiale una legge unica e valida in tutta Italia per la geotermia

geotermia_bassa_entalpia
image_pdf

Servono regole, uniche e chiare, per mettere ordine nel settore della geotermia italiana, potenzialmente una grande risorsa per la produzione di energia rinnovabile. In Italia, la geotermia non è regolamentata allo stesso modo: non esiste, infatti, una legge riconosciuta a livello nazionale. A chiederla a gran voce saranno i geologi italiani, durante il convegno del 28 giugno 2018 che si svolgerà presso il Centro Congressi Frentani di Roma, dal titolo Geotermia a Bassa Entalpia (il programma dell’evento è disponibile in fondo a questo articolo).

Geotermia, le regole miste in Italia

La Regione pioniera in materia di geotermia è la Lombardia che nel 2009 ha legiferato con l’obiettivo di consentire l’incremento del numero di pompe di calore geotermiche, liberalizzandone l’installazione dal punto di vista amministrativo ed allo stesso tempo alla massima tutela della falda idrica.

Nel Lazio nel 2016 con la L.R. n.3 del 21/04/2016, la Regione ha approvato la legge sulle piccole utilizzazioni locali di calore geotermico. La finalità del provvedimento è lo sviluppo della “Clean economy”, anche tramite l’utilizzo delle risorse geotermiche a bassa entalpia e l’installazione di impianti di produzione di calore dal geoscambio, grazie anche alla promozione di interventi rivolti all’efficienza energetica mediante sistemi ad alta efficienza che non comportano danni all’ecosistema.

Durante il convegno i geologi faranno il punto sull’accordo raggiunto lo scorso 14 giugno dal Consiglio Ue, Europarlamento e Commissione europea sulla produzione di energie rinnovabili che dovranno coprire, entro il 2030, il 32% dei consumi energetici a livello europeo. A tal proposito, i geologi spiegano che, grazie a questa energia pulita, si potrebbe soddisfare il 50% dei consumi energetici. Le rinnovabili rappresentano il futuro dell’economia del nostro Paese, in linea anche con l’obiettivo 7 dell’Agenda 2030 dell’Onu che recita: “Aumentare considerevolmente entro il 2030 la quota di energie rinnovabili nel consumo totale di energia” e con l’Accordo di Parigi del 2015, firmato da 195 Paesi, che mira a ridurre le emissioni di anidride carbonica, uno dei principali e più pericolosi gas serra.

Geotermia a bassa entalpia, il convegno a Roma

L’evento Geotermia a Bassa Entalpia è organizzato dal CNG-Consiglio Nazionale dei Geologi, in collaborazione con l’Ordine dei Geologi del Lazio e la Fondazione Centro Studi del CNG e è patrocinato dal CNI- Consiglio Nazionale degli Ingegneri, dal CNAPPC- Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori e dal CNPI- Consiglio Nazionali dei Periti industriali. Dopo i saluti introduttivi del sindaco di Roma Virginia Raggi e la giornata sarà piena di interventi in materia di rinnovabili da parte di esperti e professionisti del settore.

Tra i temi caldi del dibattito ci sono “esempi di intervento nel settore pubblico e privato, scelte tecniche ed analisi costo-benefici” e “la qualificazione delle imprese per la realizzazione del campo di geoscambio”. Molta attenzione sarà posta anche ai temi come “centrali termiche a pompe di calore geotermiche” e “lo stoccaggio del calore nel terreno” di cui è relatore Domenico Savoca Presidente Associazione Nazionale Ingegneri Minerari (ANIM). Quest’ultimo in conferenza stampa ha dichiarato sulla legge lombarda “l’installazione delle pompe di calore geotermiche è favorita da un sistema normativo chiaro ed efficace che crea un ambiente amministrativo adeguato allo sviluppo di una tecnologia indirizzata alla riduzione dei consumi energeticisottolineando l’importanza di approvare un riferimento normativo a livello nazionale.

Scarica il programma dell’evento.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Geotermia e rinnovabili: i geologi chiedono una regolamentazione Ingegneri.info