Il monitoraggio delle strutture nella prevenzione del rischio sismico | Ingegneri.info

Il monitoraggio delle strutture nella prevenzione del rischio sismico

wpid-1938_sisma.jpg
image_pdf

L’ingegneria sismica, da alcuni decenni, è impegnata in studi e ricerche volti a superare i limiti delle precedenti concezioni, legate alla consapevolezza dei limiti umani a fronte di eventi ambientali che sviluppano enormi quantità di energia.

In tale ottica ha assunto un’importanza ancora più evidente l’analisi sperimentale delle strutture, che da un lato può fornire insostituibili conferme nella verifica delle costruzioni sia in fase di collaudo sia nel corso della vita utile delle stesse, dall’altro rappresenta una fonte di preziose indicazioni di cui tener conto nelle future progettazioni e realizzazioni e, quindi, nell’aggiornamento delle normative tecniche.

Con tale spirito, il Dipartimento della Protezione Civile, l’Ufficio del Soggetto Attuatore per la ricostruzione e il Comune di San Giuliano di Puglia, l’Enea e l’Università del Molise hanno avviato un ambizioso progetto di ricerca per il monitoraggio sismico e ambientale del Comune di San Giuliano di Puglia colpito da un disastroso evento sismico nel 2002.

Il progetto, che prevede il monitoraggio sismico di tre edifici, tra cui la nuova scuola Angeli di San Giuliano – dotata di un sistema di isolamento sismico alla base, l’installazione di tre stazioni accelerometriche e lo studio di un sito suscettibile di eventi franosi – si svilupperà in due fasi, nella prima delle quali saranno progettati e installati i sistemi di monitoraggio, mentre nella seconda, di più lungo respiro, saranno acquisiti e analizzati i dati registrati, che saranno anche messi in rete in tempi brevi.

Programma del convegno

Copyright © - Riproduzione riservata
Il monitoraggio delle strutture nella prevenzione del rischio sismico Ingegneri.info