Il Sistema di sorveglianza nazionale degli infortuni mortali sul lavoro | Ingegneri.info

Il Sistema di sorveglianza nazionale degli infortuni mortali sul lavoro

wpid-1419_evento.jpg
image_pdf

Il Sistema di sorveglianza nazionale degli infortuni mortali  sul lavoro, sperimentalmente avviato nel  2002  dall’ISPESL, dalle Regioni e dall’INAIL, ha visto il suo  consolidamento attraverso il monitoraggio continuo dal  2007, promosso anche dal Centro nazionale per la prevenzione  e il controllo delle malattie (CCM) del Ministero  del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali.

L’obiettivo del Sistema di sorveglianza è la ricostruzione  delle dinamiche infortunistiche per l’identificazione dei fattori  causali, attraverso un metodo standardizzato di raccolta  delle informazioni acquisite durante le inchieste sugli  infortuni mortali. L’adozione su tutto il territorio nazionale  di un unico metodo di analisi consente una progressiva  omogeneizzazione delle modalità di   approfondimento  degli eventi nei luoghi di lavoro, anche tramite la condivisione  delle casistiche nell’ambito di un circuito di  scambio informativo tra il territorio e le strutture centrali.

L’attività di monitoraggio rende disponibile un repertorio  nazionale di eventi mortali, oltre ad una casistica di infortuni  gravi, indagati dai Servizi di prevenzione. La base delle  conoscenze sviluppate mira a costituire un supporto per  l’individuazione di opportune misure preventive nei confronti  del complesso degli infortuni.

Il metodo di analisi adottato per la descrizione degli infortuni  si rivela altresì uno strumento utile in azienda per il  riesame della valutazione dei rischi. Si apre, dunque,  un’ulteriore possibilità per assolvere alle funzioni di assistenza  alle imprese, oltre che di vigilanza, da parte dei  Servizi e delle altre strutture di prevenzione.

In tale ottica, l’intento è quello di contribuire a qualificare  il processo di valutazione dei rischi aziendale utilizzando  metodologie e strumenti di analisi condivisi, che aiutino a  pianificare le misure di prevenzione secondo logiche gestionali  di efficienza ed efficacia.

Il Sistema di sorveglianza, oltre che rappresentare una base  conoscitiva riguardo agli infortuni lavorativi, costituisce,  attraverso i suoi strumenti, occasione per collaborazioni tra  istituzioni e parti sociali che rafforzino le capacità di valutazione  ed intervento sui rischi nei luoghi di lavoro.

E’ previsto un accreditamento ECM per l’evento.

L’iscrizione al Convegno è gratuita.
Sede: Auditorium Via Rieti Meeting e Convegni  – Via Rieti 11/13

Modalità di iscrizione

Iscrizione on line: all’indirizzo http://www.ispesl.it
Via fax : al numero 0697892391 , possibilmente scritto a macchina (o con caratteri in stampatello) contenente i propri dati anagrafici (NOME e COGNOME) e il titolo del convegno al quale si richiede di partecipare. Indirizzare il fax all’attenzione di COSIMI FABIO (Ispesl-DPO)

Scarica il pieghevole con il programma completo

Copyright © - Riproduzione riservata
Il Sistema di sorveglianza nazionale degli infortuni mortali sul lavoro Ingegneri.info