La casa sostenibile: il valore della qualificazione e della verifica delle prestazioni | Ingegneri.info

La casa sostenibile: il valore della qualificazione e della verifica delle prestazioni

wpid-25509_fotosostenibilelevilleplus.jpg
image_pdf

Andill’Associazione nazionale degli industriali dei laterizi, e Icmq l’Istituto di certificazione e marchio qualità per prodotti e servizi per le costruzioni, organizzano a Verona il 18 dicembre 2014, presso la Sala Convegni Banca Popolare di Verona, in via S. Cosimo 10, un incontro dal titolo “La casa sostenibile: 10 questioni da risolvere. Il valore della qualificazione e della verifica delle prestazioni”. Obiettivo è quello di mettere in evidenza il valore e le potenzialità in termini di conoscenza e di rispondenza tra soluzioni costruttive e impiantistiche e le relative prestazioni di un’abitazione, analizzando altresì le criticità attualmente esistenti nel nostro Paese. È un’occasione per approfondire le diverse tipologie di certificazione, i loro contenuti e le modalità di acquisizione, e, allo stesso tempo, di misurarne la valenza anche in quanto strumenti di conoscenza e di trasparenza.

L’appuntamento prevede due sessioni: la prima di tipo informativo, volto a descrivere gli strumenti e le soluzioni di verifica e di qualificazione oggi esistenti, la seconda invece costituisce un approfondimento su 10 questioni fondamentali su cui è essenziale fare chiarezza. Ci si soffermerà in particolare sul tema della qualità del costruire e sui modi per poter assicurare una reale rispondenza tra quanto offerto e quanto realmente fornito, soprattutto in termini di prestazioni energetiche, acustiche, di sicurezza e di comfort.

All’incontro parteciperà in veste di relatore Sergio Saporetti del ministero dell’Ambiente, che fornirà un’anteprima dei Criteri Ambientali Minimi, in corso di definizione per la partecipazione agli appalti pubblici. L’iniziativa nasce dalla volontà di approfondire il tema ambientale nel contesto edilizia, per dare il giusto risalto alla sostenibilità degli edifici nella progettazione e valutazione di un’opera .

“La strutturazione del ciclo edilizio – secondo il Presidente Andil, Luigi Di Carlantonio – e la complessità dell’edificio impongono un approccio integrato: alle valutazioni energetiche è importante, infatti, associare anche la verifica dei costi di costruzione e la valutazione dell’impatto ambientale delle soluzioni tecniche adottate, al fine di verificare l’effettiva “sostenibilità” delle scelte costruttive, finalizzate al risparmio energetico, nel pieno rispetto dell’ambiente, per tutto il loro ciclo di vita (Lca). Dunque, l’approccio da adottare non può che basarsi su una visione estesa all’intero ‘percorso ambientale’.”

“Negli ultimi anni il tema del greenwashing e della trasparenza è diventato uno dei nodi da sciogliere quando si parla di certificazione e di sostenibilità – afferma Lorenzo Orsenigo, direttore generale di Icmq -. Intendiamo attraverso questo convegno, insieme ad Andil, contribuire a fare chiarezza sui termini per definire valida una certificazione e sulle soluzioni possibili da adottare per assicurare una casa di qualità e ad alta efficienza energetica.”

La partecipazione al convegno dà diritto al riconoscimento di 3 crediti formativi riconosciuti dall’Ordine degli ingegneri.

SCARICA IL PROGRAMMA

Clicca qui per iscriverti.



Copyright © - Riproduzione riservata
La casa sostenibile: il valore della qualificazione e della verifica delle prestazioni Ingegneri.info