Progetto di architettura e interoperabilità: una speranza per il futuro | Ingegneri.info

Progetto di architettura e interoperabilità: una speranza per il futuro

image_pdf

 

Progetto di architettura e interoperabilità:
una speranza per il futuro

 

Un evento sul tema della competitività e dell’innovazione nella filiera delle costruzioni organizzato da UNI e IAI Italia al Lingotto di Torino il prossimo 3 Luglio. Si tratta dell’incontro di presentazione dei risultati del progetto europeo “STAND-INN Standard and Innovation”, che si pone l’obiettivo di accompagnare il settore delle costruzioni in un’evoluzione concettuale, secondo la quale gli edifici e i prodotti da costruzione non sono più considerati solo dei semplici oggetti fisici ma sono piuttosto visti come servizi progettati per agevolare la gestione in chiave prestazionale del ciclo di vita e come servizi a valore aggiunto per rispondere alle mutate esigenze dell’utenza finale. Un progetto che mira alla convergenza tra gli standard IFC (un sistema di classificazione e descrizione in formato elettronico di prodotti e componenti), la realizzazione e la gestione degli edifici, e la serie di norme tecniche a matrice prestazionale sullo sviluppo sostenibile.

Con la crescente diffusione degli strumenti informatici a supporto delle fasi di lavoro della filiera delle costruzioni, si è creata una grande opportunità di dare soluzione alle difficoltà di comunicazione, di ridurre gli sprechi e di eliminare gli errori connessi al reinserimento di informazioni già definite e all’integrazione di perdite di dati da parte dei vari operatori: l’interoperabilità. L’interoperabilità fra software è la loro capacità di condividere e di scambiare dati – di prodotto e di processo – utilizzando una classificazione per oggetti in modo automatico, migliorando l’efficacia e l’efficienza del processo edilizio.

Un’attenzione specifica sarà rivolta all’analisi di casi di studio evoluti relativamente all’implementazione della normativa relativa alla sostenibilità, alla durabilità e al contenimento dei consumi energetici, nella gestione degli appalti pubblici.
Il progetto STAND-INN ha visto la partecipazione attiva di IAI Italia e UNI nell’ambito di una rete internazionale composta da 30 membri da undici Paesi Europei, due partner dalla Cina e cinque reti europee ed internazionali, il cui confronto diretto, sempre molto interessante, è confluito in risultati specifici che consentiranno una innovazione non indifferente nel campo della progettazione dell’architettura.
L’evento si rivolge a: progettisti, imprese di costruzione, committenti pubblici e privati, produttori, immobiliaristi, istituzioni, software-houses.

 

Programma degli eventi:

UIA World Congress
Programma 2 luglio 2008
Sala Berlino – Lingotto Fiere

9.00 – 11.00 Relatori invitati
9.00 – Bernardino Chiaia, Anna Osello – Politecnico di Torino
Il problema della interoperabilità tra i software

9.30 – Vittorio Caffi – IAI-Italia
Interoperabilità dei software: impostazioni e metodi di lavoro nel complesso mondo del processo edilizio

10.15 – Svein Haagenrud – EU project STAND-INN
Information modeling for a sustainable construction sector

Auli Karjalainen – Senate Properties
Il BIM nella pubblica amministrazione: esperienze di avanguardia in Finlandia

 

Giornata di studio
Programa 3 luglio

Aula Magna Politecnico di Torino – Lingotto

9.15 – Marco Gilli
Prorettore del Politecnico di Torino
Saluti

9.30 – Vittorio Caffi – Politecnico di Milano
Interoperabilità dei software: approfondimenti teorici e pratici

10.00 – Svein Haagenrud – EU project STAND-INN
Results of research

10.30 – Auli Karjalainen – Senate Properties
Il BIM nella pubblica amministrazione: esperienze di avanguardia in Finlandia. Casi studio

11.30 – Piero Torretta – Associazione Nazionale Costruttori Edili (ANCE)
L’interoperabilità dei software nella “filiera” delle costruzioni

12.30 – Buffet Lunch
14.00 – Invited speakers

14.15 – Gregorio Cangialosi, Massimiliano Lo Turco, Mariapaola Vozzola – Politecnico di Torino
L’ Interoperabilità in edilizia: casi applicativi

15.00 – Ezio Arlati – Politecnico di Milano
Modellazione interoperabile IFC applicata a involucri sostenibili: facciate ventilate e parti d’opera conformi

15.45 – Graziano Lento – Autodesk
Bim e interoperabilità: l’esperienza di Autodesk

16.15 – Giuseppe Coluccello – Bentley
Bentley: interoperabilità nel mondo BIM

16.45 – Flavio Andreatta – Nemetschek Italia
Architettura interoperabile. La piattaforma Allplan nel processo di progettazione

17.15 – Adriano Castagnone – STADATA
Calcolo strutturale ed interoperabilità, analisi e proposte

Evaristo Faroni, Umberto Novaro – STR Spa
Interoperabilità dal progeto architettonico alla preventivazione, pianificazione e controllo


18.15
– Tavola rotonda – Round table conference

La partecipazione alla sessione del 2 luglio è compresa nella quota di iscrizione del Congresso Mondiale degli Architetti. La partecipazione alla giornata di studio del 3 luglio è gratuita, con iscrizione obbligatoria.

 

Scarica la documentazione

Copyright © - Riproduzione riservata
Progetto di architettura e interoperabilità: una speranza per il futuro Ingegneri.info