Quali saranno i temi della IV Seismic Academy? | Ingegneri.info

Quali saranno i temi della IV Seismic Academy?

BIM e antisismica, Loss prevention e riassicurazione sul rischio sismico: Hilti Italia svela i temi del Convegno dal forte spessore accademico che si terrà a Milano il prossimo 27 ottobre

Hilti_Seismic_academy
image_pdf

Manca poco più di un mese alla Seismic Academy, evento affermatosi come uno dei più importanti contesti italiani dove presentare e discutere soluzioni innovative in grado di contribuire al miglioramento strutturale degli edifici situati in zone di criticità sismica. Promotrice e organizzatrice del convegno, Hilti Italia preannuncia le tematiche e la partecipazione di illustri ospiti di fama internazionale impegnati nella ricerca e nell’approfondimento di studi dedicati al rischio sismico e alla relativa prevenzione.

Dopo il successo delle tre precedenti edizioni, l’appuntamento di quest’anno prenderà innanzitutto in esame il rischio sismico in Italia, anche alla luce del recente terremoto che ha colpito l’Italia Centrale. E’ ormai noto che nel nostro Paese, dopo gli eventi sismici degli ultimi 10 anni, gran parte degli edifici esistenti, pubblici e privati, non siano in grado di contrastare l’azione sismica in maniera efficace.

È fondamentale avviare una politica di prevenzione che si basi su un’attenta programmazione della spesa e degli interventi, al fine di ridurre il più possibile i danni alle strutture e agli impianti, ma soprattutto per garantire la sicurezza degli occupanti. Una prevenzione che riguarda anche il mondo assicurativo al fine di fornire la giusta attenzione e “copertura” agli edifici interessati da azioni sismiche. Durante il seminario, alcuni interventi approfondiranno il tema della Loss prevention e della riassicurazione sul rischio sismico, fornendo la visione e la prospettiva di un Building Owner e quella degli esponenti del mondo assicurativo.

Il Convegno sarà, inoltre, l’occasione per trattare e dibattere sulle campagne di indagine sperimentale sugli edifici in calcestruzzo soggetti a sisma, e sull’impiego del BIM (Building Information Modeling) quale strumento innovativo di interazione tra professionalità diverse.

Il BIM è stato ideato anche per favorire una migliore collaborazione degli attori interessati alla progettazione e realizzazione di un edificio: un metodo di interazione altamente collaborativo ed efficace che integra in un unico modello tutte le informazioni utili in ogni fase progettuale. Grazie ad un progetto BIM è possibile avere nozioni ed elaborazioni virtuali sull’intero ciclo di vita dell’edificio, persino dopo la sua realizzazione e tutto ciò rende ancor più semplice monitorare i materiali e la loro resistenza e consente di intervenire con manutenzioni ordinarie e straordinarie delle strutture.

Seismic Academy rappresenta una giornata dal forte spessore accademico dove esponenti del settore, docenti universitari e ricercatori metteranno in luce le problematiche e presenteranno le soluzioni innovative in campo antisismico. La IV edizione del 2016, sarà un ottimo palcoscenico per discutere sulle proposte di progettazione di elementi non strutturali e sulla prequalifica di ancoranti per l’impiego in zona sismica.

Tante tematiche e proposte per poter, ancora una volta, sensibilizzare i protagonisti del settore edile ed ingegneristico sulla necessità di progettare e costruire correttamente in zona sismica, anche tenendo conto delle ultime innovazioni tecnologiche. Nell’anno del 75° Anniversario della sua fondazione, Hilti (leggi qui la storia di Hilti)  si conferma un’azienda innovativa, al passo con i tempi e in grado di proporre soluzioni certificate e sicure nel campo dell’edilizia. È una realtà con una grande storia alle spalle ed ora più che mai, protagonista anche nel futuro.

Per conoscere e approfondire le novità in tema antisismico, visitate il nuovo blog di Ingegneria di Hilti Italia o il canale Youtube.

Copyright © - Riproduzione riservata
Quali saranno i temi della IV Seismic Academy? Ingegneri.info