Radar per la valutazione degli elementi strutturali e architettonici | Ingegneri.info

Radar per la valutazione degli elementi strutturali e architettonici

wpid-2172_centro.jpg
image_pdf

Il GPR è uno strumento fondamentale per valutare lo stato delle parti interne di strutture murarie. Grazie all’elevata sensibilità anche a bersagli di piccole dimensioni, il GPR si rivela particolarmente utile quando non è consentito effettuare prove di tipo distruttivo, come ad esempio nel caso di manufatti di natura storica o artistica.

Lo short course “Metodi di indagine con radar per la valutazione di elementi strutturali e architettonici”, organizzato dal Centro di GeoTecnologie dell’Università di Siena, si incentra sul confronto tra il metodo radar e altre tecniche di controllo non distruttivo, quali i metodi ultrasonici, la termografia, l’induzione elettromagnetica, la magnetometria, la radiografia per la valutazione delle condizioni di manufatti con particolare attenzione ai beni culturali. Nell’analisi dei vari fattori di compromesso tra le varie tecniche di indagine non distruttive, particolare attenzione sarà dedicata alla risoluzione, alla profondità di penetrazione, ai tempi e ai costi di acquisizione del GPR da solo o integrato con altri metodi.

Parte dell’attività didattica sarà dedicata all’acquisizione pratica con radar subsuperficiale di tipo olografico e con ultrasuoni e all’elaborazione dei dati acquisiti.

L’iscrizione al corso può essere effettuata esclusivamente online tramite l’apposito modulo all’indirizzo:

 O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Radar per la valutazione degli elementi strutturali e architettonici Ingegneri.info