Verso l’edificio 4.0: il BIM (e la digitalizzazione) per la rigenerazione urbana in Italia | Ingegneri.info

Verso l’edificio 4.0: il BIM (e la digitalizzazione) per la rigenerazione urbana in Italia

Il 4 luglio l’edificio 4.0 o edificio intelligente sarà al centro dell’evento organizzato da Federcostruzioni. Occasione in cui si presenteranno 10 proposte concrete per applicare la digitalizzazione delle costruzioni alla riqualificazione edilizia e rigenerazione urbana in Italia

Digitalizzazione-rigenerazione-italia
image_pdf

“Miglioriamo la sostenibilità urbana. Diamo l’avvio a un nuovo sviluppo delle Città, tenendo conto dell’evoluzione digitale e dei suoi riflessi sulla vita dei cittadini.”

Questa la prima delle 10 proposte del Manifesto per la Digitalizzazione delle Costruzioni, presentato da Federcostruzioni a Roma, che alleghiamo in fondo a questo articolo, in cui spieghiamo temi, obiettivi e programma dell’evento “Edificio 4.0: costruire digitale per un’Italia piu’ sociale, piu’ sicura, piu’ sostenibile. Proposte per la Rigenerazione Urbana e una Riqualificazione Immobiliare del Paese”, organizzato dalla Federazione dell’edilizia a Roma, il 4 luglio 2018. Al centro dell’incontro le 10 proposte che Federcostruzioni presenterà, all’interno del suo Manifesto, per favorire la digitalizzazione delle costruzioni in Italia nell’ottica di una rigenerazione urbana a tutto tondo delle nostre città, perché siano città intelligenti. Vediamo nel dettaglio i temi dell’incontro presso la sede Ance, Associazione Nazionale Costruttori Edili, partendo da un quesito:

È possibile pensare a una crescita felice del nostro Paese, in cui la diffusione delle nuove tecnologie possa consentire di vivere meglio, con costi minori per il cittadino e per la Pubblica Amministrazione, in edifici e città più sostenibili e sicure, in un sistema generale più organizzato e trasparente?

L’edificio intelligente integrato in un quartiere intelligente, che fa parte di una città intelligente può consentire il monitoraggio e la raccolta di informazioni utili per una gestione di energia, mobilità, inquinamento, sicurezza sociale, sicurezza strutturale,  servizi idrici, manutenzione privata e pubblica … con un risparmio per il cittadino che può essere anche molto importante. L’applicazione del BIM (Building Information Modeling)  in fase di progettazione e gestione dei cantieri, così come di tutte le tecnologie digitali, dal rilievo laser al monitoraggio tramite sensori di sicurezza, materiali e componenti, alla gestione delle macchine, fino alla esecuzione dei controlli tramite realtà aumentata, può consentire di ridurre in modo sostanziale gli errori di progettazione e costruzione, riducendo i tempi di realizzazione e i costi di un’opera e fornendo le basi per una migliore successiva gestione. L’uso di idonee piattaforme digitali e di standard di comunicazione riconosciuti possono poi essere gli elementi chiave per una gestione trasparente ed efficiente degli appalti.

Un Manifesto con le proposte per la rigenerazione urbana e una riqualificazione immobiliare dell’Italia

Questi sono i temi di fondo che hanno portato Federcostruzioni a realizzare un Manifesto, in cui, attraverso 10 proposte si evidenzia come oggi, attraverso una applicazione diffusa della digitalizzazione, che, partendo dall’edificio digitale, riguardi la rigenerazione urbana, la riqualificazione degli edifici, ma anche il monitoraggio del territorio, la programmazione delle infrastrutture, la gestione della manutenzione, l’affidamento degli appalti, l’organizzazione dei cantieri, la produzione delle tecnologie, renda possibile perseguire tutti questi importanti obiettivi.

Federica Brancaccio, Presidente di Federcostruzioni

Federica Brancaccio, Presidente di Federcostruzioni

Il Manifesto sarà presentato nel corso dell’evento che si terrà a Roma, alle ore 10, il 4 luglio 2018 presso Ance, Associazione Nazionale Costruttori Edili, in via Guattani 16. (Scarica il Save the Date e il programma  in fondo all’articolo)

I contenuti del Manifesto saranno presentati dal Presidente di Federcostruzioni Federica Brancaccio e dal vice Presidente Paolo Perino. All’interno dell’evento sono previste Key notes di esperti su Sociale 4.0, Città 4.0, Edifici 4.0, Industria 4.0, Costruire 4.0. a cui seguirà una tavola rotonda a cui sono stati invitati a partecipare alcuni rappresentanti del mondo della committenza pubblicata e privata.

A concludere l’evento è stato invitato il Ministro Danilo Toninelli.

Per maggiori informazioni, scarica il Save The Date in allegato e il programma dell’evento.

Scarica il Manifesto per la Digitalizzazione delle Costruzioni qui di seguito.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Verso l’edificio 4.0: il BIM (e la digitalizzazione) per la rigenerazione urbana in Italia Ingegneri.info