Avvisi di accertamento: definizione agevolata e processi verbali di constatazione | Ingegneri.info

Avvisi di accertamento: definizione agevolata e processi verbali di constatazione

Condizioni, importi, inviti al contradditorio e termini di accertamento: uno schema utile per capire meglio una parte del collegato alla Manovra 2019

avvisi accertamento
image_pdf

Il DL n. 119/2018 (c.d. collegato alla Manovra 2019), convertito con modifiche in Legge, prevede importanti novità in materia di definizione di avvisi di accertamento ovvero processi verbali di constatazione (PVC) sempre che gli stessi siano stati notificati entro il 24 ottobre 2018 (in quanto il collegato alla Manovra è entrato in vigore da tale data).

L’agevolazione, in caso di definizione, è data dal fatto che i contribuenti potranno pagare ‘unicamente’ le imposte e non anche le sanzioni ed interessi.

Leggi anche: Fattura elettronica, quali novità dopo la conversione in legge?

Definizione agevolata degli avvisi di accertamento
ATTI DEFINIBILI Risulta possibile beneficiare della definizione agevolata per i seguenti atti, se notificati entro il 24 ottobre 2018 (a meno che gli stessi non vengano impugnati e siano ancora impugnabili alla citata data):

·         avvisi di accertamento;

·         avvisi di rettifica e di liquidazione;

·         atti di recupero.

Sul punto si segnala che il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 9 novembre 2018, prot. n. 298724 ha fornito le indicazioni operative

IMPORTI DOVUTI La definizione agevolata si perfeziona con il versamento delle somme dovute per le sole imposte, senza le sanzioni, gli interessi e gli eventuali accessori, entro il 23 novembre 2018 o, se più ampio, entro il termine di cui all’art. 15, comma 1, del D.Lgs. 19 giugno 1997, n. 218, che residua dopo la medesima data.
INVITI al CONTRADDITTORIO Le somme contenute negli inviti al contraddittorio di cui agli articoli 5, comma 1, lettera c), e 11, comma 1, lettera b-bis), del D.Lgs. n. 218/1997, notificati entro il 24 ottobre 2018, potevano essere definiti con il pagamento delle somme dovute per le sole imposte, senza le sanzioni, gli interessi e gli eventuali accessori, entro il 23 novembre 2018.
ACCERTAMENTI con ADESIONE Gli accertamenti con adesione sottoscritti entro il 24 ottobre 2018 potevano essere perfezionati con il pagamento, entro il termine di cui all’art. 8, comma 1, del D.Lgs. n. 218/1997, delle sole imposte, senza le sanzioni, gli interessi e gli eventuali accessori.
PAGAMENTO RATEALE Per tutte le definizioni di cui sopra è possibile optare per il versamento rateale, fino a 20 rate trimestrali di pari importo.

 

Definizione agevolata dei processi verbali di constatazione
CONDIZIONI È possibile definire solo i verbali per i quali, alla data del 24 ottobre 2018, non è stato ancora notificato un avviso di accertamento o ricevuto un invito al contraddittorio.
TERMINI Sono definibili i processi verbali di constatazione notificati entro il 24 ottobre 2018, attraverso la presentazione – entro il 31 maggio 2019 – di una dichiarazione integrativa o della prima dichiarazione, e il versamento – entro il 31 maggio 2019 – in unica soluzione o della prima rata delle imposte autoliquidate.

Risulta possibile procedere a rateazione mediante versamento in un numero massimo di 20 rate. In sede di conversione è stato previsto che le rate successive alla prima debbano essere versate entro l’ultimo giorno di ciascun trimestre. Sull’importo delle rate successive alla prima sono dovuti gli interessi legali calcolati dal giorno successivo al termine per il versamento della prima rata.

TERMINI DI ACCERTAMENTO Con riferimento ai periodi d’imposta fino al 31 dicembre 2015, oggetto dei processi verbali di constatazione di cui sopra, sono prorogati di due anni i termini di cui all’art. 43 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600, all’art. 57del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 e all’art. 20, comma 1, del D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 472.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Avvisi di accertamento: definizione agevolata e processi verbali di constatazione Ingegneri.info