Legge di Stabilità 2016: sì a estensione bonus ristrutturazioni e antisismica | Ingegneri.info

Legge di Stabilità 2016: sì a estensione bonus ristrutturazioni e antisismica

Nel testo del Ddl Stabilità 2016 dovrebbero essere confermati per almeno il 2016 i supporti fiscali per gli interventi di ristrutturazione e messa in sicurezza sismica. Facciamo il punto

ristutturazione
image_pdf

L’art. 7 del DDL Stabilità 2016 (nella versione ad oggi disponibile) prevede l’estensione fino al 31 dicembre 2016 delle detrazioni – riconosciute fino al 31 dicembre 2015 nelle misure del 50 e del 65% – per gli interventi di ristrutturazione edilizia e di risparmio energetico. Medesime considerazioni valgono anche per il bonus mobili e grandi elettrodomestici, quindi, anche per tale beneficio si avrà un anno in più. Inoltre, e questa è la vera novità, le “giovani coppie” che acquistano la prima casa potranno detrarre il 50% delle spese per l’acquisto di mobili destinati ad arredarla. La detrazione si applicherà alle spese, fino ad un massimo di 8.000 Euro, sostenute dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016 e sarà ripartita in dieci rate annuali.

Prorogata, fino al 31 dicembre 2016, anche la detrazione del 65% in merito alla messa in sicurezza antisismica degli edifici (prime case ovvero edifici industriali) ubicati nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2 ex DPCM 3274/2003).
Inoltre, per tutto il 2016, anche l’acquisto di un immobile ristrutturato a uso abitativo da un’impresa di costruzione potrà fruire della detrazione Irpef del 50%. Le relative spese possono essere portate in detrazione dall’imposta sul reddito delle persone fisiche. Allo scopo di ottenere l’agevolazione i lavori devono essere eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie, che, a seguito della novità apportata dalla Legge di Stabilità 2015 (confermato anche dal DDL Stabilità 2016), devono provvedere entro 18 mesi (prima il termine era di 6 mesi) dalla data del termine dei lavori alla successive alienazione o assegnazione dell’immobile.

Detrazione per gli acquirenti e gli assegnatari di immobili ristrutturati a seguito della proroga del DDL Stabilità 2016
Spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2016 -Detrazione del 50% (sul 25% del prezzo di vendita o di assegnazione dell’abitazione) su un limite massimo di spesa pari ad Euro 96.000 (limite riferito alla singola unità abitativa e non al numero di persone che partecipano alla spesa);
-detrazione da ripartire in 10 rate annuali di pari importo.
Spese sostenute dal 1° gennaio 2017 -Detrazione del 36% (sul 25% del prezzo di vendita o di assegnazione dell’abitazione) su un limite massimo di spesa pari ad Euro 48.000 (limite riferito alla singola unità abitativa e non al numero di persone che partecipano alla spesa);
-detrazione da ripartire in 10 rate annuali di pari importo.

 

 

Misura della detrazione per gli interventi di recupero edilizio a seconda del periodo di sostenimento delle spese alla luce della proroga del DDL Stabilità 2016
Spese sostenute fino al 25 giugno 2012 -Detrazione del 36% su un limite massimo di spesa pari ad Euro 48.000
-Detrazione massima pari ad Euro 17.280
Spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2012 -Detrazione del 50% su un limite massimo di spesa pari ad Euro 96.000 al netto delle spese già sostenute alla data del 26 giugno 2012, comunque nei limiti di Euro 48.000, per le quali resta ferma la detrazione del 36%.
Spese sostenute dal 1° gennaio 2013 al 31 dicembre 2016 -Detrazione del 50% su un limite massimo di spesa pari ad Euro 96.000 (tenendo conto – in caso di mera prosecuzione dei lavori – delle spese sostenute negli anni precedenti)
-Detrazione massima pari ad Euro 48.000
Spese sostenute dal 1° gennaio 2017 -Detrazione del 36% su un limite massimo di spesa pari ad Euro 48.000
-Detrazione massima pari ad Euro 17.280

 

Bonus misure antisismiche a seguito della proroga del DDL Stabilità 2016
Detrazione IRPEF e IRES del 65% nel limite di spesa massimo pari ad euro 96.000 -Sulle misure antisismiche dell’abitazione principale o delle costruzioni adibite ad attività produttive
-Bonifici effettuati dal 4 agosto 2013 al 31 dicembre 2016
-Sempre che le “procedure autorizzatorie” siano “attivate” dal 4 agosto 2013 e che gli interventi siano eseguiti su “edifici ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità” (zone 1 e 2, Opcm 20 marzo 2003, n. 3274) e siano riferiti “a costruzioni adibite ad abitazione principale o ad attività produttive”

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
L'autore
Legge di Stabilità 2016: sì a estensione bonus ristrutturazioni e antisismica Ingegneri.info