Gli ingegneri di Pavia per la ricerca farmacologica | Ingegneri.info

Gli ingegneri di Pavia per la ricerca farmacologica

wpid-10462_ricerca.jpg
image_pdf

Dall’inizio del 2010 Assing l’associazione affiancata all’Ordine degli Ingegneri di Pavia come “braccio operativo”, partecipa come partner al Progetto Vip (Vsd-based Imaging Platform for screening), oggetto di finanziamento da parte della Regione Lombardia nell’ambito del bando “Avviso per la presentazione di proposte finalizzate alla realizzazione di programmi di sviluppo della competitività”.

Il progetto, della durata di due anni, ha avuto lo scopo di realizzare uno strumento atto allo screening cellulare ad alto rendimento e ad alto contenuto informativo (HTS/HCS), utilizzato nella ricerca farmacologica. A un mese dalla chiusura dei lavori, il prototipo sviluppato realizza le funzionalità richieste: tramite le sperimentazioni effettuate si è potuto ulteriormente confermare il principio del brevetto, raccogliere molti dati sperimentali e tracciare ipotesi di sviluppo industriale.

Vip è stato inoltre un importante campo di prova per l’integrazione di competenze di settori diversi, dalla biologia all’informatica, dall’analisi dei segnali all’ottica o alla meccanica, con un sostanziale contributo di impianto metodologico dato dall’impiego di tecniche di qualità e project management.

Proprio l’utilizzo esteso di metodologie quali DoE, SPC, FMEA di processo e di sistema, ha dato al progetto un’impostazione industriale raramente presente a questo livello di ricerca e consentirà di accelerare i tempi per l’industrializzazione della macchina e del processo di screening farmacologico che realizza.

Assing ha contribuito al progetto con competenze specialistiche fornendo supporto metodologico al project management, alla definizione e realizzazione del piano di validazione della piattaforma e all’individuazione di un modello di sistema di gestione per la qualità per un’eventuale impresa start-up.

In questo ambito, l’associazione ha erogato due borse di studio della durata di un anno a due giovani neolaureate in bioingegneria che, coordinate da un tutor referente, hanno avuto l’opportunità di entrare in contatto con realtà di ricerca di prestigio.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Gli ingegneri di Pavia per la ricerca farmacologica Ingegneri.info