I caschetti gialli di nuovo in piazza per la Giornata delle Vessazioni | Ingegneri.info

I caschetti gialli di nuovo in piazza per la Giornata delle Vessazioni

wpid-17380_collera.jpg
image_pdf

Dopo la Giornata della Collera del 13 febbraio scorso, Anit – insieme alle oltre 30 associazioni del settore delle costruzioni – torna in Piazza Affari a Milano in occasione della “Giornata delle Vessazioni”: così sono chiamate tutte quelle leggi, procedure, regolamenti che rendono difficoltoso lo svolgimento delle attività per gli operatori del settore delle costruzioni.

I caschetti gialli scenderanno nuovamente in piazza il prossimo 8 luglio, dalle ore 9 alle ore 13, per proporre soluzioni concrete e percorribili per il rilancio dell’edilizia.

Per ogni vessazione sarà segnalata una possibile soluzione che potrebbe essere messa in atto a costo zero. Sono molti, infatti, i provvedimenti che, senza costi aggiuntivi per l’apparato pubblico, possono rendere più semplice la vita di imprese, operatori e professionisti e che possono supportarli nel creare nuova crescita.

La giornata della collera è stata una grande manifestazione pubblica promossa da 20 associazioni del mondo delle costruzioni, volta a denunciare il profondo stato di crisi del settore. In quell’occasione è stato presentato un Manifesto contenente le priorità per invertire il declino dell’edilizia.

Considerando che una domanda aggiuntiva di 1 miliardo di euro nelle costruzioni genera una ricaduta complessiva nell’intero sistema economico di 3,3 miliardi di euro e un aumento di 17.000 occupati, secondo Anit occorre far ripartire il settore per far ripartire il Paese e quindi bisogna:

  • liberare le risorse disponibili bloccate da una burocrazia soffocante e da regole disincentivanti come il Patto di stabilità interno; valorizzare la qualità italiana del prodotto edilizio accentuandone il valore di sostenibilità ambientale;
  • attrarre investimenti privati ridefinendo politiche fiscali che oggi deprimono l’investimento immobiliare rispetto a quello mobiliare e colpiscono maggiormente i processi di trasformazione e rigenerazione urbana;
  • ridare equità ai contratti dando certezza ai tempi di pagamento;
  • riportare le banche al loro storico ruolo di partner degli operatori e delle famiglie;
  • definire una moderna politica industriale basata su credibilità, trasparenza, garanzie reali, qualificazione, merito, professionalità.

Copyright © - Riproduzione riservata
I caschetti gialli di nuovo in piazza per la Giornata delle Vessazioni Ingegneri.info