Il legno per l'architettura urbana: in arrivo i 'Wooddays' a Milano | Ingegneri.info

Il legno per l’architettura urbana: in arrivo i ‘Wooddays’ a Milano

wpid-21845_RenderPiazzaCordusio.jpg
image_pdf

Nasce dall’idea di valorizzare il legno come materiale da costruzione e di diffondere le conquiste tecniche degli ultimi anni che offrono una grande varietà applicativa, il roadshow internazionale “Wood. Building the future”. L’esposizione mobile e avverrà sotto forma di “Woodbox”, concentrata in una grande scatola in legno collocata nel centro della città che la accoglieranno. La prima tappa sarà a Milano dal 21 al 31 marzo prossimi, dove la manifestazione, in Piazza Cordusio, mostrerà il potenziale dell’architettura in legno in Europa.

E’ in particolare l’idea della creazione di un network dell’edilizia in legno a fare da sfondo ai “Wood days”. Come esclusiva piattaforma di dialogo internazionale, la manifestazione ha infatti l’obiettivo di far incontrare politica e autorità, architettura e progettazione, industria del legno e imprese edili, nonché scienza e ricerca, per un confronto comune che permetta di definire le condizioni in cui l’edilizia in legno può aver successo e di costruire efficaci reti di comunicazione.

I dibattiti, le conferenze e manifestazioni di presentazione delle best practices serviranno ad approfondire il tema delle possibilità offerte dal legno come materiale da costruzione in ambito urbano. Focus dell’evento sarà appunto il legno, materiale ideale per affrontare le sfide delle città del futuro, sempre più verdi e in continua espansione, ipotizzando delle vere e proprie “Wood growing cities”. Centrale il tema del rinnovamento: le città smart necessitano di edifici sostenibili che comportino una riduzione delle emissioni di CO2 e il legno offre un contributo fondamentale per una metodologia costruttiva pulita, all’insegna dell’efficienza energetica e della salvaguardia delle risorse.

Le motivazioni principali che depongono a favore di un maggiore impiego di questo materiale pulito e rinnovabile nell’edilizia sono ad esempio la prevenzione antincendio e la costruzione su più piani, oltre agli effetti positivi in termini di emissioni di CO2 e di efficienza energetica. I contenuti di Woodbox sono stati ideati in stretta collaborazione con la Technische Universität di Monaco di Baviera. Il concept e l’impostazione sono opera di Hermann Kaufmann, architetto e pioniere dell’edilizia in legno nonché docente di Edilizia in legno alla Technische Universität di Monaco. Woodbox è un distillato della più estesa esposizione “Bauen mit Holz – Wege in die Zukunft” [Costruire con il legno – Percorsi verso il futuro], presentata nel 2011/12 alla Pinacoteca di Monaco e nel 2012/13 alla Künstlerhaus di Vienna.

I comuni di Milano, Bratislava e Lubiana collaboreranno attivamente all’evento quali partner locali. Offriranno il loro contributo anche le associazioni nazionali di architetti e ingegneri e le associazioni che promuovono il legno, le università rinomate nel settore nonché importanti aziende europee del settore. Woodbox partirà da 38 progetti di architettura urbana in legno già realizzati per mostrare come l’edilizia in legno si stia affermando in nuovi ambiti, dalla realizzazione di strutture portanti con ampie campate alla costruzione di grattacieli, e come si possa utilizzare il legno per effettuare interventi innovativi di ampliamento del patrimonio edilizio preesistente, di riqualificazione e di costruzione di agglomerati abitativi.

La mostra itinerante sottolinea inoltre quale rilevanza abbia il legno anche nell’edilizia pubblica, dalle scuole alle case di riposo. Gran parte dei progetti illustrati proviene da territori di lingua tedesca, molti di essi dall’Austria, paese pioniere dell’edilizia in legno. Partendo dal know-how austriaco e da esperienze specifiche anche in Germania e Svizzera, il roadshow “Wood. Building the future” intende dare un contributo alla diffusione e alla creazione di una rete dell’edilizia in legno in Europa.

“Wood. Building the future” è promosso da proHolz Austria, in collaborazione con Promolegno per la manifestazione italiana e altri partner internazionali e proseguirà a Bratislava, Lubiana e Bruxelles nel 2014, a Torino, Zagabria e Praga nel 2015, a Firenze, Belgrado e Budapest nel 2016. A sostenere il roadshow, anche l’Organizzazione europea delle segherie (Eos) e dalla Federazione europea dei produttori di pannelli (Epf). Le associazioni europee prevedono inoltre di presentare Woodbox anche nell’ambito della European wood day action week che si terrà a settembre a Bruxelles.

Scarica la locandina dell’evento

Copyright © - Riproduzione riservata
Il legno per l’architettura urbana: in arrivo i ‘Wooddays’ a Milano Ingegneri.info