Il mantello che rende gli oggetti invisibili ai campi magnetici | Ingegneri.info

Il mantello che rende gli oggetti invisibili ai campi magnetici

wpid-11210_mantello.jpg
image_pdf

Ci sono scoperte scientifiche che, talvolta, richiamano alla mente immaginari fantascientifici. Il mantello dell’invisibilità, ad esempio, già da tempo non è proprietà esclusiva dell’eroe della saga di Harry Potter: l’anno scorso infatti un gruppo di ricercatori texani era riuscito nell’impresa di “nascondere” degli oggetti tramite principi legati alla riflessione della luce in contesti ad alta temperatura (sul modello naturale del fenomeno del “miraggio”).

Da uno studio congiunto tra Accademia delle Scienze Slovacca e Università di Barcellona, oggi arriva un altro mantello, questa volta in grado di rendere invisibili gli oggetti ai campi magnetici.

Si tratta di un cilindro metallico che non va ad alterare il campo magnetico, e che garantisce la “copertura invisibile” anche agli oggetti eventualmente contenuti al suo interno.

Il fenomeno che si svolge tramite l’impiego di questo cilindro cavo è dovuto ai materiali con cui è stato realizzato: uno strato interno di materiale superconduttore che respinge il campo magnetico e uno strato esterno ferromagnetico che lo attrae. In questo modo il cilindro è stato reso “invisibile” agli strumenti che si utilizzano per valutarne le perturbazioni magnetiche normalmente prodotte.

Poiché l’esperimento funziona all’interno di campi magnetici intensi e a temperature relativamente calde, e poiché i materiali impiegati sono facilmente reperibili in commercio, la scoperta lascia avanzare l’ipotesi di agevoli applicazioni pratiche.

Rispetto agli studi precedenti, che realizzavano la condizione dell’invisibilità solo tramite approcci semplificati (come la cancellazione solo parziale della visibilità), l’articolo apparso su Science documenta – tramite l’equazione di Maxwell – il funzionamento del cilindro fatto di superconduttori soltanto nei confronti di campi magnetici statici, generati ad esempio da magneti permanenti, gli stessi impiegati per le produrre le immagini della risonanza magnetica nucleare.

V.R.

Copyright © - Riproduzione riservata
Il mantello che rende gli oggetti invisibili ai campi magnetici Ingegneri.info