Con Repowermap si puo' "navigare" tra le rinnovabili italiane | Ingegneri.info

Con Repowermap si puo’ “navigare” tra le rinnovabili italiane

wpid-15198_repowermap.jpg
image_pdf

Repowermap è una mappa interattiva delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica sul territorio configurata dall’Associazione Repowermap e consultata da una rete di organizzazioni, autorità locali ed esperti del settore. Il progetto, nato nel 2012 grazie al sostegno del programma Intelligent Energy Europe, ha l’obiettivo di promuovere le relative tecnologie e facilitare le persone interessate al loro impiego, partendo dalle esperienze di chi ci ha già investito.

Sulla mappa, che ha come base il layout di Google, simboli di diversi colori e forme indicano la presenza di impianti, edifici e sistemi strettamente legati alle energie rinnovabili e all’efficienza energetica. La ricerca si può fare per zone geografiche o per tipo di tecnologia e cliccando sulle icone è possibile accedere alle informazioni dettagliate dell’impianto. Un modo semplice e intuitivo, anche per i non esperti, di individuare esempi concreti, metodi e soluzioni a cui ispirarsi. Inoltre, può rappresentare un’opportunità di farsi conoscere per i centri e i professionisti che forniscono consulenza e progettazione. Oltre agli impianti esistenti o in fase di progettazione, infatti, è possibile mappare anche le attività commerciali, intese come fornitura di servizi.

 

Ad oggi, si contano ben 900 impianti aggiunti in Italia e molti privati e associazioni che hanno integrato la mappa nel proprio sito web, tra i quali Aper, Associazione Produttori Energia Rinnovabile.

Inserire gli impianti è molto semplice. I dati essenziali riguardano la localizzazione geografica e una breve descrizione dell’intervento. Gli altri dati aggiunti permettono di inquadrare in maniera più esauriente l’esempio riportato. Integrare la mappa nel proprio sito web richiede pochissimi accorgimenti. É importante seguire le istruzioni riportate su Repowermap.

Per un ente pubblico, la mappa online integrata nel proprio sito web può essere utile per raccogliere i dati degli impianti presenti nel territorio comunale e provinciale (per es., nell’ottica dell’adesione di un Comune al Patto dei Sindaci e per il monitoraggio della riduzione delle emissioni di Co2). I cittadini e gli operatori del settore (progettisti, installatori, pianificatori, costruttori, ecc.) potranno così inserire i loro impianti attraverso la mappa “personalizzata”.

Per un privato, la “personalizzazione” di questo strumento può servire a evidenziare e localizzare i propri progetti e interventi realizzati, ultimati o pianificati.


Copyright © - Riproduzione riservata
Con Repowermap si puo’ “navigare” tra le rinnovabili italiane Ingegneri.info