Detrazione per installazione pannelli solari: caratteristiche tecniche e limiti | Ingegneri.info

Detrazione per installazione pannelli solari: caratteristiche tecniche e limiti

Una guida operativa agli aspetti fiscali legati all'installazione di pannelli solari, dal solar cooling all'autocostruzione, tratta da "Immobili 2018"

installazione pannelli solari
image_pdf

È uscita la versione 2018 di “Immobili”, il volume operativo pubblicato da Ipsoa – curato da Angelo Busani – che analizza in profondità la materia immobiliare: disciplina urbanistica e catastale, imposte su trasferimenti e redditi, contrattazione, diritti reali, Imu e tributi locali; tra gli altri temi affrontati.

Ecco un estratto dedicato alle detrazioni per installazione di pannelli solari. Per acquistare il volume, clicca il box sottostante.

Installazione di pannelli solari

La detrazione del 55-65% spetta per le spese relative all’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università.

(Leggi anche: gli italiani e l’ecobonus)

Beneficiano della detrazione tutti gli interventi consistenti nell’installazione di pannelli solari, volti a soddisfare il fabbisogno di produzione di acqua calda in edifici esistenti, a prescindere dalla circostanza che l’acqua calda così prodotta: attenga alla sfera domestica o ad esigenze produttive; ovvero miri a soddisfare un fabbisogno che si verifichi più in generale nell’ambito commerciale, ricreativo o socio assistenziale.

Pannelli solari vs “solar cooling”

I pannelli solari devono essere installati per la produzione di acqua calda. L’Agenzia delle Entrate ha negato il diritto alla detrazione rispetto alle spese sostenute per l’installazione di un impianto di “solar cooling”, che, a partire dall’acqua calda prodotta dai pannelli solari, consente di generare acqua fredda da utilizzare per la climatizzazione estiva, riconoscendo il diritto solo in relazione alle spese direttamente ricollegabili all’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda.

Ai fini del riconoscimento delle detrazioni IRPEF/IRES del 55%, non è necessario che l’edificio in cui sono installati i pannelli solari sia dotato di un impianto di riscaldamento.

Pannelli solari e ristrutturazioni

Se l’installazione dei pannelli solari è effettuata nell’ambito di interventi di ristrutturazione edilizia rilevanti, per cui l’istanza del permesso di costruire sia stata presentata dal 31.5.2012, occorre verificare se il diritto alla detrazione non sia in tutto o in parte compromesso – art. 11 co. 4 del DLgs. 28/2011 – per effetto dell’applicazione dei severi standard prestazionali imposti dall’Allegato 3 allo stesso decreto legislativo.

(Leggi anche: bonus ristrutturazioni e lavori in proprio)

Sistema termodinamico a concentrazione solare

Il diritto alla detrazione IRPEF/IRES del 55% spetta rispetto alle spese per l’installazione di impianti termodinamici a concentrazione solare, a condizione che questi ultimi siano utilizzati per la produzione di energia termica.

Se l’impianto termodinamico viene utilizzato per la produzione combinata di
energia termica ed elettrica, la detrazione spetta soltanto per la parte di energia termica prodotta.

In entrambi i casi, il costruttore deve rilasciare una certificazione di qualità conforme alla normativa europea EN 12975 prevista per i pannelli solari.

Caratteristiche tecniche dei pannelli solari

Sono agevolati i pannelli solari che presentino una certificazione di qualità
conforme: alle norme UNI EN 12975 o UNI EN 12976; ovvero alle norme EN 12975 ed EN 12976 che siano recepite da un organismo certificatore nazionale di uno Stato membro dell’Unione europea o della Svizzera.

Inoltre, affinché la relativa installazione possa beneficiare della detrazione del
55%:

  • I pannelli solari devono avere una garanzia minima di: 5 anni, per pannelli e bollitori; 2 anni, per accessori e componenti tecnici;
  • L’installazione dell’impianto deve essere stata eseguita in conformità ai manuali di installazione dei principali componenti.

Pannelli solari in autocostruzione

Per i pannelli solari realizzati in autocostruzione, è sufficiente che:

  • Gli accessori ed i componenti elettrici ed elettronici siano garantiti almeno 2 anni;
  • Il soggetto beneficiario sia in condizione di produrre l’attestato di partecipazione ad uno specifico corso di formazione;
  • L’installazione dell’impianto sia eseguita in conformità ai manuali di installazione dei principali componenti.


Opere e spese rilevanti

Rilevano ai fini della detrazione le spese relative:

  • Alla fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche;
  • Alle opere idrauliche e murarie;
  • Alle prestazioni professionali.

E quelle necessarie per la realizzazione a regola d’arte di impianti solari termici organicamente collegati alle utenze, anche in integrazione con impianti di riscaldamento.

Limite alla detrazione sui pannelli solari

In relazione all’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda, l’ammontare massimo della detrazione è di 60.000,00 euro. Pertanto, l’ammontare massimo delle spese detraibili è pari a:

  • 109.090,91 euro con l’aliquota al 55%;
  • 92.307,69 euro con l’aliquota al 65%.

Copyright © - Riproduzione riservata
Detrazione per installazione pannelli solari: caratteristiche tecniche e limiti Ingegneri.info