Expo Milano 2015: sistemi rooftop e pompe di calore per Eataly | Ingegneri.info

Expo Milano 2015: sistemi rooftop e pompe di calore per Eataly

Focus sulle soluzioni impiantistiche che alimentano il padiglione di Eataly a Expo Milano 2015

EATALY_Expo_2015_03
image_pdf

10 sistemi rooftop e 6 pompe di calore per due edifici da 8mila mq di superficie: è questo il ‘segreto’ energetico del padiglione Eataly per Expo 2015 Milano. A partire dall’inaugurazione dell’Esposizione milanese, il padiglione del brand italiano è diventato subito un punto di riferimento per la ristorazione all’interno del sito: una struttura che sforna migliaia di pasti al giorno, forniti da 20 ristoranti regionali, che ‘deve’ necessariamente funzionare in modo efficiente a livello energetico.

Il padiglione si estende su 8mila mq di superficie suddivisi in due edifici intramezzati da un grande giardino di altri 8mila mq. Il comfort dei due edifici è assicurato da 10 sistemi rooftop e 6 pompe di calore Clivet, scelte da Cefla in veste di propositore e di installatore per la loro efficienza energetica e la semplicità di installazione grazie ai collegamenti rapidi verso il circuito di utilizzo, la predisposizione per le connessioni elettriche ed al collaudo funzionale completo prima della spedizione.

I sistemi forniti da Clivet sono dotati di un meccanismo di recupero termodinamico dell’aria espulsa mediante scambiatore dedicato Thor (THermodynamic Overboost Recovery), che recupera l’energia contenuta nell’aria in espulsione e la trasferisce al trattamento tramite il circuito frigorifero, incrementando l’efficienza complessiva dell’unità. In più è presente una sonda per la qualità dell’aria, che rileva la quantità di CO2 presente in ambiente ed invia alla logica di macchina un segnale in base al quale viene gestita l’immissione della corretta portata d’aria di rinnovo, evitando sprechi di energia e denaro.

 

EATALY_Expo_2015_05

 

Il sistema ha inoltre una batteria di post-riscaldamento a gas caldo, che garantisce la corretta temperatura di immissione dell’aria dopo la deumidifica estiva, abbassando la temperatura di condensazione, riducendo sensibilmente la potenza assorbita dai compressori e contemporaneamente aumentando la potenza di raffreddamento con una maggiore efficienza (Eer). Completano il quadro 6 pompe di calore per il raffreddamento dei locali e la produzione di acqua calda sanitaria, dotate di tecnologia scroll modulare in grado di adattarsi alle diverse condizioni di carico, ottimizzando i consumi.

Copyright © - Riproduzione riservata
Expo Milano 2015: sistemi rooftop e pompe di calore per Eataly Ingegneri.info