Fotovoltaico: la Puglia e' leader con 23.000 impianti | Ingegneri.info

Fotovoltaico: la Puglia e’ leader con 23.000 impianti

wpid-10953_fotovoltaic.jpg
image_pdf

23.000 impianti fotovoltaici entrati in esercizio al 10 febbraio 2012, circa 15.000 in più rispetto al 2010: è questo il dato che posiziona la Puglia come leader del settore fotovoltaico nel Mezzogiorno. Sul totale dei 76.000 impianti entrati sparsi sui territori meridionali, il 30% è stato installato in Puglia, per una potenza di quasi 2.200 Megawatt sui 5.400 totali.

I dati – desunti dalla fonte Atlasole – Gse – fanno parte del rapporto “Lo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili nelle regioni del Mezzogiorno”, commissionato dalla Fondazione Cercare Ancora, che lo ha presentato in una conferenza a cui hanno preso parte tra gli altri Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia, Luigi Roth, presidente di Terna e Andrea Galliani della Direzione Mercati dell’Autorità per l’energia e il gas.

Secondo il rapporto, è previsto che nel 2020, le regioni del Mezzogiorno producano energia da fonti rinnovabili fino a 38,4 Tw/ora, un valore quattro volte superiore ai 10 Tw/ora del 2010. Mentre a fine 2010 nelle regioni del Sud erano in esercizio 30.090 impianti da fonti energetiche rinnovabili, per una potenza pari a 10.584 Mw. La Puglia, prima in Italia, registra 9.840 impianti per una potenza di 2.129,3 Mw. Seguono Sicilia, Sardegna, Campania, Calabria, Abruzzo, Basilicata e Molise.

Per Luigi Roth, Presidente del Gruppo Terna, “la Puglia è assolutamente virtuosa in questa avventura delle rinnovabili e come Regione è il soggetto più avanti di tutti nella loro realizzazione”.

Il Rapporto sottolinea come l’Italia in generale debba ancora fare molti sforzi per raggiungere gli obiettivi climatici previsti per il 2020; in questo senso si è già agito con l’Autorizzazione unica regionale, la semplificazione delle procedure messe in atto dalle Regioni e i meccanismi di incentivazione.

L’imponente sviluppo delle rinnovabili ha reso necessaria la realizzazione di servizi di rete come i sistemi di accumulo per gestire in modo sicuro e efficiente la trasmissione dell’energia.

Terna, a questo scopo, ha previsto la realizzazione di 130 Mw di batterie da installare nelle province di Foggia, Avellino, Salerno e Benevento con l’obiettivo di raccogliere l’energia prodotta nei momenti di elevata produzione ma di bassi consumi, per poi poterla rilasciare nei momenti in cui la richiesta è più elevata. Un intervento che, con un investimento di 29 milioni di euro, consentirà un risparmio per il sistema di circa 60 milioni di euro.

V.R.

Copyright © - Riproduzione riservata
Fotovoltaico: la Puglia e’ leader con 23.000 impianti Ingegneri.info