Industria meccanica: il primo studio sul settore delle pompe | Ingegneri.info

Industria meccanica: il primo studio sul settore delle pompe

Da Anima, Fondazione Edison e Assopompe il primo studio che analizza nel dettaglio il settore italiano delle pompe. Con numeri confortanti

wpid-26151_pompaindustriale.jpg
image_pdf

L’industria delle pompe in Italia è viva e in continua espansione: nel 2014 l’intero comparto ha prodotto l’1,3% in più rispetto all’anno precedente ed esportato il 2,2% in più. E l’aumento è previsto anche per il 2015: +2,3% nella produzione e +1,4% nell’export. Proprio i mercati esteri assorbono la maggioranza della produzione (più del 70%), principalmente in Cina, Arabia Saudita ed Emirati Arabi.

A fare il punto sulla situazione è il rapporto – il primo di questo tipo – “L’industria delle pompe in Italia. Overview 2014“, realizzato grazie alla collaborazione tra Ufficio studi Anima, Fondazione Edison, un team di ricerca accademico e la commissione marketing di Assopompe, l’associazione dei costruttori italiani di pompe aderente ad Anima/Confindustria. Il taglio dello studio, analitico, operativo e concreto, fornisce gli elementi per fondare ulteriori analisi e individuare le future prospettive per questo settore dell’industria nazionale.

Il mondo rappresentato da Assopompe è un comparto di primo piano all’interno della meccanica, con un peso che è variato negli anni da un minimo del 14,1% a un massimo del 16,3%. Uscito sostanzialmente indenne dalla crisi del quinquennio 2009-2013, ha anzi accresciuto i propri valori produttivi, soprattutto grazie all’export. In questo periodo il valore della produzione è aumentato del 19,6%, passando da 1550 milioni di euro a 1855.

“Siamo di fronte a una grande eccellenza nel sistema manifatturiero nazionale che è riuscita ad affrontare la crisi senza subirne troppo le conseguenze, grazie a un export che supera il 70% della nostra produzione”, afferma Carlo Banfi, presidente Assopompe ed Europump. “L’Italia è tra i primi cinque produttori di pompe al mondo e, in alcuni specifici rami, è addirittura prima davanti alla Germania. Per quanto orientate a un mercato estero, tuttavia le nostre imprese ritengono il mantenimento della propria produzione in Italia un obiettivo strategico di lungo termine.”

Lo studio, che offre indicazioni rilevanti sia sui vari comparti che compongono il macro-settore sia sulle tendenze di rilievo verso l’estero, è disponibile anche ai non soci Assopompe dietro richiesta ufficiale, effettuabile a questo link, dove è possibile scaricare anche una sintesi dell’analisi.

Copyright © - Riproduzione riservata
Industria meccanica: il primo studio sul settore delle pompe Ingegneri.info