Industria meccanica, non solo export: si rivede la domanda interna | Ingegneri.info

Industria meccanica, non solo export: si rivede la domanda interna

Due dati importanti nell'analisi di Anima che contiene anche le previsioni sul 2017: il mercato interno è in leggera ripresa e contestualmente le esportazioni non sono l’unica ancora di salvezza per le imprese

industria_meccanica
image_pdf

L’Ufficio studi Anima, la Federazione confindustriale delle Associazioni Nazionali dell’Industria Meccanica Varia ed Affine, ha pubblicato i dati di preconsuntivo 2016 e le previsioni 2017 per l’industria meccanica italiana. E sono positivi.

Nel 2016 sono stati 44,7 i miliardi di euro prodotti in tecnologie, macchine e impianti dall’industria meccanica italiana, di cui 26,1 miliardi di euro venduti all’estero. Le aziende della meccanica nel 2016 hanno prodotto un +1,1% rispetto al 2015 ed esportato un +0,9%.

“Due sono le novità: il mercato interno è in leggera ripresa e contestualmente le esportazioni non sono l’unica ancora di salvezza per le imprese e tecnologie di Anima Meccanica. – afferma il presidente di Anima, Alberto Caprari – La percentuale di export è pari al 58,5% di quel che viene prodotto, poco di meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. A metà anno 2016 le cifre delle esportazioni non avevano soddisfatto pienamente le previsioni, una situazione che si è ripetuta anche nel terzo quadrimestre. Per il 2017 le aspettative per la meccanica italiana sono positive sia a livello produttivo (+0,7% pari a 45 miliardi di euro) sia come esportazione (+0,6% pari a 26,3 miliardi di euro). In questi ultimi semestri sta gradualmente aumentando anche il mercato interno”.

L’indice di produzione già oggi rileva una crescita simile a quella vissuta in anni di buon andamento, come il 2003. L’occupazione è stabile nel 2016 con 209.627 addetti, cifra confermata anche per l’anno in corso (+0,1%).

 

Elaborazione: Ufficio Studi Anima

Elaborazione: Ufficio Studi Anima

Elaborazione: Ufficio Studi Anima

Elaborazione: Ufficio Studi Anima

Elaborazione: Ufficio Studi Anima

Elaborazione: Ufficio Studi Anima

A eccezione di tre comparti, le declinazioni dell’industria meccanica italiana hanno chiuso l’anno 2016 in positivo sia sul fronte produzione che esportazione. Dalle macchine che producono l’energia e che sono destinati all’industria chimica e petrolifera, compreso il montaggio degli impianti industriali, alla logistica e movimentazione delle merci fino alle tecnologie e attrezzature per prodotti alimentari e per l’acqua. Così come le tecnologie e i prodotti per l’industria, per l’edilizia e per la sicurezza dell’uomo e dell’ambiente.

Copyright © - Riproduzione riservata
Industria meccanica, non solo export: si rivede la domanda interna Ingegneri.info