Smart Grid: ok alla graduatoria del Bando MISE | Ingegneri.info

Smart Grid: ok alla graduatoria del Bando MISE

La graduatoria prevede una dotazione complessiva di 80 mln di euro per la realizzazione di reti intelligenti (smart grid) di distribuzione dell’energia nelle Regioni meno sviluppate

Smart Grids & Smart Cities  - Fonte: E-distribuzione
Smart Grids & Smart Cities - Fonte: E-distribuzione
image_pdf

E’ stata approvata con Decreto del 9 Marzo 2018, dall’Organismo intermedio del Pon I&C, la graduatoria dei progetti finanziati dal bando istituito con Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 20 Marzo 2017 concernente la realizzazione di reti intelligenti di distribuzione dell’energia (smart grid) nei territori delle Regioni meno sviluppate.

Cosa sono le Smart Grid? Cosa le rende fondamentali per lo sviluppo delle Smart Cities?

Le “reti intelligenti”, cosiddette smart grid, consistono in reti d’informazioni che, una volta sviluppate, gestiscono in maniere efficiente le reti elettriche col fine di evitare sprechi, impiegare il più possibile l’energia prodotta da fonti rinnovabili e attingere in ogni momento dalla fonte energetica più economica, costituendo in tal modo, una rete controllata e utilizzata nella maniera ottimale non più sottoposta allo stress dei picchi di consumo e garantendo così una maggiore sicurezza nel rischio black-out.

La rete d’informazioni, utile all’interazione tra produttori e consumatori e capace di determinare in anticipo le richieste di energia convogliando il flusso energetico laddove vi sia bisogno, risulta oggi di fondamentale importanza per lo sviluppo delle smart cities, funzione del progresso e prodotto della società moderna che chiede adesso più che mai la necessità per le città di diventare più intelligenti nella gestione delle infrastrutture e delle risorse.

L’inserimento di componenti intelligenti, la loro connessione in tempo reale e l’aggregazione dei dati per la realizzazione di servizi mobili capaci di interagire con le infrastrutture fisiche, risultano essere infatti, azioni principali da intraprendere per la pianificazione di uno sviluppo economico sostenibile e innovatore capace di soddisfare i bisogni attuali e futuri dei cittadini e delle imprese.

Il bando del 20 Marzo 2017 sulle infrastrutture elettriche:

Facente parte del Programma Operativo Nazionale (PON) “Imprese e Competitività” 2014-2020 FESR, approvato con decisione della Commissione Europea C(2015) 4444 final del 23 Giugno 2015, e finanziato con risorse comunitarie (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) e nazionali (Fondo di Rotazione – L. 183/1987) che prevede una serie di interventi a sostegno dell’innovazione, dello sviluppo dell’imprenditoria e dell’efficienza energetica rivolgendosi alle cinque Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), il bando istituito dal MISE del 20 Marzo 2017, promuove la realizzazione di reti intelligenti di distribuzione dell’energia (smart grids) e interventi sulle reti di trasmissione volti a incrementare direttamente la distribuzione di energia prodotta da fonti rinnovabili, nonché sistemi di storage dell’energia prodotta da quest’ultime secondo quanto previsto nel succitato PON I&C 2014-2020 FESR nell’Asse IV con le azioni 4.3.1 e 4.3.2.

“Clicca questo link per avere maggiori informazioni riguardo il Decreto del 20 Marzo 2017 del Ministero dello Sviluppo Economico”

La graduatoria approvata col Decreto del 9 Marzo 2018 e il monopolio di E-distribuzione:

Con la graduatoria approvata col Decreto del 9 Marzo 2018, che consta di 2 elenchi allegati allo stesso e che ne costituiscono parte integrante, sono state assegnate infatti, le risorse previste dal Bando del 20 Marzo 2017 e consistenti in una dotazione complessiva di 80 milioni di euro, ai progetti ritenuti compatibili con i criteri di selezione e ammissibilità previsti da quest’ultimo, secondo una procedura valutativa e graduatoria inerente i requisiti di accesso dei soggetti beneficiari, le condizioni di ammissibilità dei progetti, le spese ammissibili, la forma e l’intensità delle agevolazioni, nonché i termini e le modalità per la presentazione delle domande, i criteri di valutazione e le modalità per la concessione, erogazione e rendicontazione delle agevolazioni.

Risulta evidente, in riferimento all’art. 1, commi 3, 4 e 5 del Decreto 9 Marzo 2018, ove viene specificato che:

  • “L’Elenco n. 1 ricomprende i “Progetti ammessi a finanziamento”, per un totale di contributo concedibile pari ad Euro 79.192.129,26, che trova capienza nelle risorse disponibili, così come quantificate dall’articolo 2, comma 3 del Bando in Euro 80.000.000,00” (Art. 1 comma 3 del Decreto 9 Marzo 2018);
  • “L’Elenco n. 1 ricomprende, altresì, i “Progetti ammissibili e non finanziabili” per esaurimento della dotazione finanziaria del bando. Con successivo provvedimento MiSE DGMEREEN potrà essere disposto, secondo l’ordine di collocazione in graduatoria, il finanziamento dei progetti ammissibili e non finanziabili di cui al citato elenco n. 1, previa adozione dei relativi provvedimenti di impegno di spesa, fatta salva la facoltà per la Regione Siciliana di avvalersi del protocollo d’intesa del 09.05.2017, con le modalità ivi previste, con riferimento ai progetti ricadenti nel territorio siciliano” (Art. 1 comma 4 del Decreto 9 Marzo 2018);
  • “L’Elenco n. 2 ricomprende i “Progetti non ammissibili” con l’indicazione della relativa motivazione” (Art. 1 comma 5 del Decreto 9 Marzo 2018).

che su 52 domande di agevolazione pervenute tutte dal colosso E-distribuzione ad esclusione dell’unica domanda giunta dal Comune di Castiglione di Sicilia, solo 21 progetti sono stati ammessi a finanziamento, aggiudicando l’interra somma di 79.192.129,26 di euro alla società E-distribuzione, rimandando al successivo provvedimento MiSE DGMEREEN il finanziamento dei progetti ammissibili e non finanziabili tra i quali il progetto promosso dal Comune di Castiglione di Sicilia e ritenendo inammissibili solo 5 dei 52 progetti pervenuti.

Il MISE ha pubblicato e rende disponibile per il download la graduatoria approvata con Decreto del 9 marzo 2018 .

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Smart Grid: ok alla graduatoria del Bando MISE Ingegneri.info