Ciclovia VENTO, arriva il bando per la progettazione | Ingegneri.info

Ciclovia VENTO, arriva il bando per la progettazione

L'infrastruttura ciclabile più lunga d'Italia passa dalle parole alla progettazione finanziata. Il bando scade il 3 novembre 2017

Tracciato_Vento_1
image_pdf

Arriva il primo scatto verso il traguardo per VENTO, la più lunga pista ciclabile turistica d’Italia: l’infrastruttura ciclabile, lunga 679 chilometri e che attraversa tutta la Pianura Padana da Venezia a Torino, vede pronti 1,8 milioni di euro per il primo step di progettazione previsto dalla legge sulle opere pubbliche. Il bando, pubblicato sul sito dell’Arca Lombardia, scade il 3 novembre 2017 alle 16.00. Le candidature dovranno pervenire in modalità telematica sullo stesso sito.

LA STORIA DELLA CICLOVIA VENTO

Per la ciclovia VENTO il disciplinare di gara prevede una procedura aperta articolata in due lotti, il primo per l’affidamento dell’incarico di redazione della Progettazione di fattibilità tecnico economica, oltre l’esecuzione di rilievi, accertamenti e indagini geometrici, materici e strutturali relativi alla realizzazione dell’opera, come precisato nella documentazione posta a base di gara redatta dalla stazione appaltante, con particolare riferimento al DPP – Documento Preliminare alla Progettazione, mentre il lotto 2 è legato all’affidamento dei servizi di verifica come disciplinato dall’art. 26 del decreto legislativo n. 50 del 2016, ai fini della validazione e o approvazione del progetto di fattibilità tecnico economica, relativo alla realizzazione dell’infrastruttura ciclabile.

Il termine complessivo di esecuzione dell’appalto è, a decorrere dall’ordine di servizio del responsabile unico del procedimento pari a 150 giorni naturali e consecutivi per il lotto 1 e 90 giorni naturali e consecutivi per il lotto 2. Il contributo Anac è pari a 140 euro per il primo lotto e a 20 euro per il secondo. Previsti 80 punti per l’offerta tecnica e 20 per l’offerta economica.

Le professionalità richiesta da questo primo bando di gara per la ciclovia VENTO sono le seguenti per il primo lotto:

  • Responsabile dell’integrazione delle prestazioni specialistiche
  • Ingegnere strutturista
  • Ingegnere trasportista
  • Architetto paesaggista
  • Esperto ambiente
  • Ingegnere idraulico
  • Geologo
  • Coordinatore della sicurezza in fase di progettazione (in caso di RTP un giovane professionista abilitato da meno di 5 anni)

Per in secondo lotto invece servono:

  • Ingegnere strutturista
  • Ingegnere trasportista
  • Esperto sicurezza
  • Esperto ambiente (in caso di RTP un giovane professionista abilitato da meno di 5 anni)

La messa a bando del primo step per la ciclovia VENTO è un risultato storico per tutto il gruppo di lavoro che dal 2013 punta a realizzare questa infrastruttura ciclabile: si tratta di 225 istituzioni (181 delle quali comuni del Veneto, della Lombardia e del Piemonte), 102 associazioni e quasi 5 mila cittadini coinvolti in maniera attiva per fare massa critica sulle istituzioni nazionali. Il tavolo tecnico è costituito da Regione Lombardia come capofila, Piemonte, Emilia Romagna, Veneto, ILSpA, società in house di Regione Lombardia che ha curato il bando e il Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (DAStU) del Politecnico di Milano.

I Ministeri delle Infrastrutture e del Turismo hanno stanziato le risorse necessarie alla progettazione. La ciclovia VENTO è inserita nel Sistema nazionale delle ciclovie turistiche costituita da MIT e MIBACT.

LEGGI ANCHE: Anello ciclabile del Garda, il progetto diventa realtà

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Ciclovia VENTO, arriva il bando per la progettazione Ingegneri.info