Costruzioni navali, Fincantieri realizzera' una rompighiaccio per la Norvegia | Ingegneri.info

Costruzioni navali, Fincantieri realizzera’ una rompighiaccio per la Norvegia

wpid-20121_rompighiaccio.jpg
image_pdf

Un ‘gigante‘ della ricerca da 9 mila tonnellate di stazza lorda per oltre 100 metri di lunghezza: è la rompighiaccio che Fincantieri costruirà per il Norwegian Institute of Marine Research (Imr), l’ente di ricerca oceanografico e ittico del governo norvegese.

La commessa è il frutto dell’accordo siglato nei giorni scorsi a Oslo tra Tore Nepstad, Managing Director del Norwegian Insitute of Marine Research e Angelo Fusco, direttore navi Italia di Fincantieri, firmato alla presenza del Ministro norvegese della Pesca e degli Affari Costieri Elisabeth Aspake. Un progetto dal valore complessivo di circa 175 milioni di euro, acquisito da Fincantieri a seguito di un confronto con una qualificata concorrenza internazionale.

La nave, che si chiamerà “Kronprins Haakon” in onore dell’erede al trono di Norvegia, sarà costruita in Italia nel cantiere integrato di Riva Trigoso-Muggiano di Fincantieri, prima di concludere l’allestimento e le prove in mare in Norvegia negli stabilimenti di Vard, società del gruppo. Progettata da Rolls Royce Marine, la nuova unità sarà pronta per prendere il mare nella seconda metà del 2016 e pienamente operativa a partire dall’inizio del 2017.

Lunga oltre 100 metri e larga 21, la nave potrà ospitare a bordo in 38 cabine, 55 persone, tra ricercatori, studenti ed equipaggio, e sarà allestita seguendo gli elevati standard di comfort delle navi passeggeri. A prua avrà un hangar che potrà ospitare due elicotteri e sarà dotata di una strumentazione complessa in grado di indagare la morfologia e la geologia dei fondali marini.

La nave sarà tra le più avanzate rompighiaccio al mondo, e costituirà un presidio ad elevato contenuto tecnologico per lo studio dell’ambiente marino. Per la sua costruzione verranno adottati accorgimenti che minimizzeranno l’impatto ambientale e ridurranno il rumore irradiato sott’acqua in modo da consentire studi su pesci e mammiferi marini e potrà svolgere le proprie attività di ricerca oceanografica e idrografica in qualsiasi teatro operativo. La nave effettuerà missioni su scala globale e sarà impiegata per studiare le modalità e le conseguenze del cambiamento climatico nell’ambiente artico.  

Copyright © - Riproduzione riservata
Costruzioni navali, Fincantieri realizzera’ una rompighiaccio per la Norvegia Ingegneri.info