Coworking, sensori per la sicurezza e gestione dei posti: da FS le idee di Innovate | Ingegneri.info

Coworking, sensori per la sicurezza e gestione dei posti: da FS le idee di Innovate

Un programma di imprenditorialità aziendale che ha messo insieme persone con competenze e responsabilità differenti per trovare soluzioni di miglioramento nelle attività di Ferrovie dello Stato

ferrovia a milano
image_pdf

L’innovazione passa anche dalla messa in comune delle esperienze e dall’analisi di ciò che si possiede e non funziona a dovere e può diventare elemento di miglioramento. Nel 2018 Ferrovie dello Stato ha lanciato il progetto Innovate, per raccogliere idee e opportunità e trasformarle in progetti di innovazione, raggruppando persone provenienti da diverse società del Gruppo, che conta 80 mila dipendenti. Sono state oltre mille le idee proposte, venti quelle selezionate. Durante due giornate di laboratorio sono stati sviluppati dei veri e propri progetti di business e le migliori dieci idee hanno partecipato ad una fase di accelerazione durata dieci settimane durante la quale, al fine di valutarne la fattibilità tecnica ed economica, sono stati creati modelli di business ad hoc. A vincere è stato il progetto Treasure Co-Island. Vediamo di cosa si tratta.

Coworking per abbattere i costi di manutenzione

Non solo binari: ci sono spazi ferroviari ormai in disuso e che comportano costi importanti di manutenzione: possono diventare spazi di aggregazione e lavoro: destinare parte del patrimonio immobiliare del Gruppo FS Italiane, attualmente non in uso, a spazi di coworking è l’idea sviluppata dal team del progetto finalista Treasure Co-Island.

Dall’analisi iniziale condotta dal team è emerso come una parte del patrimonio immobiliare, non più funzionale all’attività ferroviaria, comporti oggi per Ferrovie dello Stato costi di custodia e manutenzione. Con il progetto Treasure Co-Island, gli spazi sfitti, inutilizzati e non presidiati possono diventare luoghi da aprire a freelance, agile worker, startupper e smart worker, tutte figure alla base dei nuovi modelli di lavoro che favoriscono maggiore conciliazione e produttività, oltre che costituire fucine privilegiate per la ricerca e l’innovazione.

L’intuizione che ha dato il la al progetto nasce dalla osservazione di come il mondo del lavoro sia cambiato profondamente negli ultimi anni e, con esso, il concetto stesso di ufficio. Si stima, infatti, che nel 2020 gli spazi di coworking saranno il 40% dell’inventario totale di uffici.

Oltre ad un modello di coworking classico, vale a dire con postazioni e uffici privati dotati di vari servizi, il team ne ha ipotizzato anche uno temporaneo. Quest’ultimo prevede la possibilità di richiedere l’allestimento personalizzato in poche ore del proprio ufficio. Gli spazi destinati al coworking favoriranno il networking, lo sviluppo di start-up e lancio di call innovative, grazie anche alla messa a punto di una piattaforma informatica per l’offerta di servizi dedicati e a corredo. Tali spazi, accoglieranno, inoltre, progetti in cui FS Italiane metterà a disposizione il proprio know-how.

Il progetto Treasure Co-Island, con le sue specificità, rappresenta un potenziale sviluppo delle attività, avviate da tempo, di rigenerazione del patrimonio immobiliare di FS, allo scopo di promuovere l’inclusione sociale e la valorizzazione del territorio.

Sicurezza e posti assegnati, gli altri progetti finalisti di Innovate

Tra le idee premiate da Ferrovie dello Stato nell’ambito del progetto Innovate per operatività e capacità di contribuire al miglioramento dell’attività lavorativa, c’è spazio naturalmente per il tema della sicurezza e per il comfort del viaggiatorie

Il progetto S4R è pensato per aumentare la safety dei treni con il monitoraggio continuo mediante sensori di ultima generazione applicabili direttamente sul treno. Insieme ai sistemi tecnologici già installati, il sistema di controllo S4R rileva varie anomalie e intercetta tempestivamente le esigenze manutentive, sia della rete sia dei treni.

Il progetto Seat Surfing invece risponde all’esigenza di Trenitalia di incrementare il load factor dei treni dando la possibilità alle persone di prenotare un posto a bordo treno con un’assegnazione dinamica. In pratica il sistema, quando il treno risulta completo benché per alcune parti del viaggio sulla stessa relazione ci siano posti liberi, potrà assegnare un posto che il viaggiatore cambierà durante il viaggio occupando quelli che di volta in volta sono disponibili. Questa soluzione è stata elaborata dopo che il 75% delle persone intervistate sull’argomento hanno espresso parere favorevole.

“Abbiamo avviato il programma Innovate con grande entusiasmo perché crediamo che il coinvolgimento di tutti i dipendenti sia fondamentale per far crescere il Gruppo FS Italiane in termini di innovazione, digitalizzazione e sostenibilità” ha dichiarato Alessandro La Rocca, Direttore Innovazione e Sistemi informativi di FS Italiane. “I risultati ottenuti, in questi mesi di lavoro, ci permetteranno di ampliare il ventaglio di soluzioni all’avanguardia a disposizione delle Società del Gruppo”.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Coworking, sensori per la sicurezza e gestione dei posti: da FS le idee di Innovate Ingegneri.info