Galleria di Base del Brennero: a che punto siamo? | Ingegneri.info

Galleria di Base del Brennero: a che punto siamo?

A luglio 2015 il Cipe ha emesso la delibera che finanzia ed autorizza i lavori del Terzo lotto costruttivo della galleria di base del Brennero, il tunnel per il traffico commerciale ferroviario che ridurrà i tempi di percorrenza dall'Italia all'Austria

Un'immagine dal cantiere della Galleria di Base del Brennero (fonte: BBT)
Un'immagine dal cantiere della Galleria di Base del Brennero (fonte: BBT)
image_pdf

Il 10 luglio scorso, il Parlamento Europeo ha approvato il piano investimenti infrastrutturali CEF (Connecting Europe Facility) della Commissione Europea pari a 13 miliardi di euro; in tale somma rientra rientrano i 1,18 miliardi di euro che saranno spesi per la realizzazione della Galleria di Base del Brennero. “Infatti, nel periodo compreso tra il 2015 e il 2020, l’Unione Europea si farà carico del 50% dei costi di costruzione del cunicolo esplorativo (circa 303 milioni di Euro) e del 40% per la realizzazione delle gallerie principali (quasi 880 milioni di Euro). Per l’Unione Europea il progetto della Galleria di Base del Brennero, insieme a quello del Fehmarnbelt (Danimarca-Germania), sono i due collegamenti più importanti dell’asse nord-sud, in grado di garantire nuove capacità per il traffico merci e collegamenti più celeri per passeggeri”.
Al bando indetto dall’Unione europea hanno partecipato più di 700 progetti; si sono distinti quelli che “hanno saputo dimostrare di portare il maggiore vantaggio a livello paneuropeo, ottemperando in maniera ottimale a criteri di aggiudicazione quali rilevanza europea, stato di avanzamento del progetto, implicazione e qualità”.

 

In colore lilla il tracciato del corridoio Scandinavo – Mediterraneo da Helsinki a La Valletta (http://www.bbt-se.com/it/informazione/news-ed-eventi/detail/id/europaeisches-parlament-bestaetigt-finanzierung-von-118-mrd-euro-fuer-den-brenner-basistunnel/).

In colore lilla il tracciato del corridoio Scandinavo – Mediterraneo da Helsinki a La Valletta (http://www.bbt-se.com/it/informazione/news-ed-eventi/detail/id/europaeisches-parlament-bestaetigt-finanzierung-von-118-mrd-euro-fuer-den-brenner-basistunnel/).

Caratteristiche dell’opera

La futura galleria di base del Brennero si svilupperà ad una quota di 794 m slm sotto il valico del Brennero e ad un’altitudine di 1.371 m. Si tratta di un’opera destinata esclusivamente al traffico commerciale ferroviario, in modo da convogliare quello stradale sulla linea ferrata.
Le sue caratteristiche saranno le seguenti:
–> Collegherà Fortezza (Italia) con Innsbruck (Austria). Questo tratto corrisponde alla parte centrale del corridoio Scandinavo – Mediterraneo da Helsinki a La Valletta, sull’isola di Malta (Figura 1).
–> la lunghezza sarà pari a 55 km.
–> In prossimità di Innsbruck sarà collegata ad una galleria esistente, raggiungengo così una lunghezza complessiva di 64 km.
–> Andamento longitudinale pressochè piano: abbattimento quasi totale delle pendenze, infatti la pendenza longitudinale è compresa tra il 4‰ e il 6,7‰. in questo modo i trani transitanti non dovranno più seguire il tracciato risalente al 1867.
–> Avrà due gallerie a singolo binario, collegate ogni 333 m mediante cunicoli trasversali (Figura 2, diametro interno delle gallerie 8,1 m).
–> Ad una quota più bassa di circa 12 m rispetto alle gallerie, vi sarà un cunicolo esplorativo, la cui funzione principale è quella di sondaggio circa le reali condizioni geologiche del contesto territoriale, al fine di limitare tempi e costi di avanzamento circa la realizzazione dell’opera (diametro minimo interno delle gallerie 5 m).
–> La posizione del cunicolo esplorativo ha una sua logica: durante le operazioni di scavo sarà impiegato per il trasporto e l’approvigionamento dei materiali, mentre in fase di esercizio per il drenaggio delle acque intercettate dall’infrastruttura.
–> I tempi di pecorrenza da Fortezza a Innsbruck si ridurrano da 80 a 25 minuti.
–> Velocità massima di progetto per il traffico merci: 120-160 km/h.
–> Velocità massima di progetto per il traffico passeggeri: 250 km/h.

 

 

Finanziamenti e Competenze Italiani

“Nell’ultima seduta della Corte dei Conti (Roma, 9.7.2015) è stata registrata la Delibera del CIPE n. 44/2015 del 29 aprile scorso che finanzia ed autorizza l’avvio dei lavori del Terzo Lotto Costruttivo della galleria di base del Brennero”.  Suddetta delibera consente di sbloccare risorse per 920 milioni che permetteranno di bandire le gare di appalto per la realizzazione di tutte le opere civili rimanenti sul suolo italiano (cit. Raffaele Zurlo, amministratore di nomina italiana della Società BBT), che corrispondono a:
–> Cunicolo esplorativo, lungo circa 14 km;
–> Canne principali per una lunghezza complessiva di 36 km;
queste opere interesseranno il tragitto da Mules al Brennero e rappresenteranno la prosecuzione ed il completamento di quelli attualmente in corso presso il cantiere di Mules, ovvero l’attraversamento della faglia periadriatica e le opere propedeutiche, e presso il cantiere in prossimità di Mezzaselva (sottoattraversamento del fiume Isarco).
Il bando di gara per la realizzazione delle opere da Mules al Brennero, del valore di circa 1.375.000.000,00 Euro, sarà avviato entro luglio.

 

 Particolare collegamento trasversale tra le due gallerie (http://www.bbt-se.com/it/progetto/galleria-di-base-del-brennero/)

Particolare collegamento trasversale tra le due gallerie (http://www.bbt-se.com/it/progetto/galleria-di-base-del-brennero/)

 

Fasi di progettazione e Avanzamento lavori

All’avvio del progetto erano state previste le seguenti fasi:
1. Progetto preliminare e prospezione: 1999-2003
2. Progetto definitivo e valutazione impatto ambientale: 2003-2010
3. Tratti del cunicolo esplorativo: 2007-2013
4. Gallerie principali: 2011-2025
Attualmente si stanno eseguendo i lavori per la messa in opera del cunicolo esplorativo, utile all’indagine geologica ed idrogeologica preliminare alla realizzazione delle canne principali.
“In Italia sono state ultimate la galleria di accesso di Mules e la tratta del cunicolo esplorativo Aica-Mules. Attualmente sono in corso gli scavi dei primi chilometri delle canne principali e i lavori per il cunicolo esplorativo che proseguirà in direzione nord. Il lineamento periadriatico deve essere scavato con grande cautela.
In Austria sono stati terminati i lavori di scavo relativi alle gallerie di accesso di Ampass e Ahrental, la tratta del cunicolo esplorativo Innsbruck-Ahrental e le due gallerie logistiche (galleria Padaster e galleria di Saxen) a Steinach am Brenner. I lavori relativi ai lotti costruttivi di Wolf II e Tulfes-Pfons stanno procedendo a pieno ritmo”.

 

 

Monitoraggio ambientale

E’ stata verificata la compatibilità ambientale del progetto in ottemperanza alle leggi vigenti in Austria e in Italia. Si cerca di privilegiare interventi poco impattanti con il contesto territoriale: ad esempio, l’imbocco delle gallerie sono inseriti in modo non violento con il contesto paesaggistico e e i depositi sono ubicati nelle vicinanze delle gallerie di accesso laterali. “Vicino ai cantieri sono stati realizzati nuovi punti di nidificazione e alimentazione per gli animali, per evitare ogni impatto sulla fauna locale. Per i paesaggi sensibili, una specifica supervisione di cantiere per il settore ecologia controlla gli impatti dei lavori sull’ambiente e sulla natura.”….[omissis] “Si implementano misure di compensazione mirate, di concerto con le autorità specifiche e i Comuni. Terminati i lavori, i terreni oggetto di occupazione temporanea saranno rinverditi.
Nel’area di progetto a nord del Brennero è stata nominata una “ombudsperson”, come persona di riferimento per ogni questione relativa alla natura e l’ambiente. Nell’area di progetto a sud del Brennero è stato istituito un osservatorio ambientale. Qui si raccolgono tutti i dati rilevanti e si decidono le eventuali misure che contribuiscono a rispettare i valori di soglia fissati dalle autorità”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Galleria di Base del Brennero: a che punto siamo? Ingegneri.info