Galleria di Base del Brennero, entra in azione la fresa meccanica | Ingegneri.info

Galleria di Base del Brennero, entra in azione la fresa meccanica

Avviate le operazioni della Tunnel Boring Machine che scaverà il primo tratto - 15km - del nuovo passaggio sotterraneo ferroviario tra Austria e Italia

tbm_brennero_1
image_pdf

Entrano nel vivo i lavori per la Galleria di Base del Brennero: a poche settimane di distanza dall’ok al piano investimenti infrastrutturali Commissione Europea (che prevede lo stanziamento di 1,18 miliardi per il tunnel), è stato dato ‘il saluto ufficiale’ all’avvio della Tbm,  la Tunnel Boring Machine che scaverà, per i prossimi 38 mesi, 15 km di cunicolo esplorativo in direzione italiana. La fresa meccanica – di diametro 8m – è allestita nella caverna di montaggio e lancio, posta al termine della finestra di accesso di Ahrental a Innsbruck, in Austria.

Il Gruppo Salini Impregilo si è aggiudicato, in raggruppamento con l’austriaca Strabag, i due principali lotti finora assegnati: il lotto Tulfes Pfons in territorio austriaco e il lotto in territorio italiano denominato “Sottoattraversamento del fiume Isarco”.

La Tbm è la prima fresa meccanica operativa in territorio austriaco nell’ambito dello scavo del Tunnel di Base del Brennero. A opera conclusa il tunnel sarà il collegamento ferroviario sotterraneo più lungo del mondo, con 64 km di galleria. Per realizzarlo saranno richieste soluzioni e tecniche ingegneristiche all’avanguardia.

Si tratta di una macchina aperta con gripper e un backup di 200 metri, prodotta dalla Herrenknecht di Schwanau (Germania) e trasportata nel cantiere di Ahrental in 76 singoli pezzi, di cui il più pesante raggiungeva le 120 tonnellate. Il montaggio del macchinario costituiva una grande sfida tecnica. Tutta la parte anteriore della macchina è stata assemblata ad una profondità di 3,5 km, direttamente nella montagna, nel camerone di montaggio che ha un volume di 120x15x15 metri. Le parti di backup invece sono state assemblate all’aperto, nell’area di cantiere e poi trasportate attraverso la galleria di accesso di Ahrental fino alla testa della fresa. Gli ingegneri e gli operai hanno lavorato giorno e notte per 3 mesi per assemblare il macchinario. In questo momento sta già procedendo in direzione sud, per scavare altri 15 km del cunicolo esplorativo. Usando dei nastri trasportatori, 1000 tonnellate di materiale di scavo all’ora (600 tonnellate provenienti dallo scavo con fresa e 400 tonnellate dallo scavo in tradizionale) vengono portati dai fronti di scavo direttamente al deposito di Ahrental.

DieFotografen_MG_180

La galleria di base del Brennero è l’elemento centrale della nuova linea ferroviaria che collegherà Monaco di Baviera a Verona con un notevole miglioramento delle possibilità di viaggio e di trasporto merci dall’Italia verso il cuore dell’Europa. I lotti del Tulfes Pfons in territorio austriaco e il lotto in territorio italiano per il sottoattraversamento del fiume Isarco hanno rispettivamente un valore di circa 380 e di circa 300 milioni di euro.

Dati tecnici della fresa meccanica (TBM):
• Tipo di TBM: TBM aperta con gripper
• Potenza erogata: 5.500 kW
• Lunghezza della TBM comprensiva di backup: 200 m
• Peso della TBM comprensiva di backup: 1.800 tonnellate
• Diametro della testa della fresa: 7.930 mm
• Peso della testa della fresa: 150 tonnellate
• Cutter: 38 cutter con un diametro di 19”
• Dischi cutter a doppio taglio al centro: 4 cutter con un diametro di 19”
• Cucchiaio caricatore: 6 pezzi

Copyright © - Riproduzione riservata
Galleria di Base del Brennero, entra in azione la fresa meccanica Ingegneri.info