Il futuro dell'aviazione “verde” lo decidono gli studenti | Ingegneri.info

Il futuro dell'aviazione “verde” lo decidono gli studenti

wpid-8947_Airbus.jpg
image_pdf

Provengono da Cile, Cina, India, Malesia e Svezia i cinque gruppi di studenti arrivati in finale al concorso Fly Your Ideas lanciato dalla compagnia aerea Airbus per premiare la migliore idea relativa al ciclo di vita ambientale degli aeromobili, che potrà orientare il comparto verso scelte più innovative e sostenibili.

La sfida, avviata nel settembre del 2010 e rivolta a giovani studenti di tutto il mondo, ha raccolto progetti di 2.600 studenti raccolti in 315 squadre, provenienti più di 75 Paesi, cui è stato chiesto di pensare a un futuro più verde per l’aviazione, concentrando il proprio progetto su uno stadio della vita del velivolo: design, supply chain, produzione, funzionamento o fine vita. Il vincitore sarà annunciato da Airbus il 23 giugno prossimo in occasione dell’International Airshow di Parigi e al primo classificato andrà un premio di 30.000 euro mentre il secondo vincerà 15.000 euro.

Tra i cinque progetti finalisti, arriva dalla Cile, e nello specifico dal Team Condor dell’Universidad Técnica Federico Santa Maria, la progettazione di un sistema di frenata aerodinamico in grado di recuperare energia che potrà essere riutilizzata a bordo.

Anche la Cina è in finale con il Team Wings of Phoenix dell’Università di Aeronautica e Astronautica di Nanchino che ha proposto un sistema di produzione di energia eolica a terra, che sfrutta le scie degli aeromobili generate durante il decollo e l’atterraggio. Il progetto prevede il posizionamento, lungo i lati delle piste, di una serie di dispositivi a forma di foglia che saranno agitati dal passaggio degli aeromobili, recuperando così energia che altrimenti andrebbe persa.

Arriva dall’India e dal Team 03 dell’Istituto Indiano di Tecnologia di Roorkee il sistema ideato per prevenire la formazione di ghiaccio sugli aeromobili attraverso l’utilizzo di rivestimenti costituiti da polimeri idrorepellenti.

Quarta finalista è la Malesia con il Team Msia on Mars, della Universiti Kuyala Lumpur Malaysian Institute of Aviation Technology che ha progettato un sistema per utilizzare materiale biodegradabile derivante dalle fibre dell’albero di Kapok come base per le coperture per l’isolamento termico e acustico nelle cabine degli aeromobili.

Chiude l’elenco dei finalisti al concorso Fly Your Ideas la Svezia con il Team SSE della Stockholm School of Economics che ha ideato la formulazione di uno schema a “eco punti” per promuovere i voli sostenibili. Il progetto prevede un sistema che premi i viaggiatori che scelgono di volare con una compagnia caratterizzata da una bassa impronta di carbonio, da calcolare non solo quando l’aeromobile è operativo ma anche in fase di manutenzione e di fine vita.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Il futuro dell'aviazione “verde” lo decidono gli studenti Ingegneri.info