L’aeroporto di Oslo è stato ampliato e certificato Breeam | Ingegneri.info

L’aeroporto di Oslo è stato ampliato e certificato Breeam

Un edificio in legno e vetro dal tetto curvo segna l’ampliamento dell’aeroporto di Oslo, progettato da Nordic - Office of Architecture con un elevato livello di sostenibilità ambientale

© NORDIC Office of Architecture/Ivan Brodery
© NORDIC Office of Architecture/Ivan Brodery
image_pdf

Quasi raddoppiato in termini di dimensioni, l’aeroporto di Oslo è stato oggetto di un importante ampliamento che ha trasformato il principale terminal della Norvegia in un hub più competitivo a livello internazionale in grado di gestire il consistente aumento dei passeggeri (si prevedere di raggiungere 32 milioni di viaggiatori all’anno). Lo studio Nordic – Office of Architecture, che ha progettato l’aeroporto originale nel 1998, è stato incaricato di curare anche l’ampliamento, realizzando così un edificio integrato che mantiene l’espressione nordica e la semplicità razionale della struttura esistente, introducendo al contempo un elevato livello di sostenibilità che ha portato l’aeroporto alla certificazione ambientale Breeam (Excellent). Ufficialmente aperto al pubblico il 27 aprile 2017, il nuovo aeroporto di Oslo è stato consegnato alla città e al suo committente (Avinor – compagnia che possiede e gestisce la maggior parte degli aeroporti norvegesi) entro i termini di tempo e budget prestabiliti (circa 1,5 miliardi di euro) ed è rimasto pienamente operativo durante l’intera durata dei lavori.

L’edificio dal tetto arrotondato, lungo circa 300 metri e proteso perpendicolarmente al terminal esistente, rappresenta il nuovo ampliamento dell’aeroporto di Oslo © Avinor Oslo lufthavn/Espen Solli

L’edificio dal tetto arrotondato, lungo circa 300 metri e proteso perpendicolarmente al terminal esistente, rappresenta il nuovo ampliamento dell’aeroporto di Oslo © Avinor Oslo lufthavn/Espen Solli

Con l’aggiunta di 117.000 mq, il progetto di Nordic (studio scandinavo con sede a Oslo) ha circa raddoppiato le dimensioni dell’aeroporto norvegese raggiungendo una superficie complessiva di 265.000 mq. La struttura principale del nuovo ampliamento consiste in un edificio dalla copertura arrotondata, lungo circa 300 metri proteso perpendicolarmente al terminal esistente. Contraddistinto da un design funzionale che preserva il comfort dei passeggeri, il nuovo terminal su due piani ospita nuovi gates nazionali e internazionali e si presenta con un involucro in legno e vetro. Le superfici vetrate, sia lungo i lati sia in corrispondenza dell’estremità nord, offrono una vista diretta della pista e degli aerei e portano ai gates molta luce naturale, la quale filtra anche attraverso un lucernario che percorre tutto l’edificio.

Questo layout compatto, trasparente e aperto migliora l’orientamento e la leggibilità degli interni, avvolti da elementi sinuosi e materiali caldi. Brevi sono le distanze che il flusso pedonale deve percorrere e una nuova piazza dedicata a punti vendita e ristoranti vuole richiamare il paesaggio naturale della Norvegia attraverso negozi associati alla forma irregolare delle rocce.

La struttura dell’intero complesso aeroportuale, sostenuta da pilastri in cemento armato, è in legno lamellare come si evince dalle nervature curve lasciate a vista per marcare il riferimento alla tradizione locale delle costruzioni in legno. L’ampio utilizzo del legno, soprattutto per la nuova aggiunta, è stata una scelta dettata dal clima e dalla volontà di utilizzare materiali naturali ecocompatibili. La copertura curva è ad esempio rivestita con un legno di quercia sostenibile proveniente dalle foreste scandinave; il calcestruzzo è stato prodotto riducendo notevolmente le emissioni di gas rispetto ad un calcestruzzo tradizionale; gran parte del materiale metallico è riciclato. Di conseguenza le emissioni di anidride carbonica sono state ridotte del 35% rispetto ad altri edifici progettati secondo le norme costruttive norvegesi.

All’interno del nuovo ampliamento, contraddistinto da una struttura curva in legno lamellare sostenuta da pilastri in cemento © NORDIC Office of Architecture/Dag Spant

All’interno del nuovo ampliamento, contraddistinto da una struttura curva in legno lamellare sostenuta da pilastri in cemento © NORDIC Office of Architecture/Dag Spant

Parallelamente il consumo di energia della nuova struttura risulta inferiore del 50% rispetto al terminal esistente poiché progettata secondo gli standard di “casa passiva” che richiedono un elevato isolamento termico dell’involucro edilizio. Inoltre, da un punto di vista ambientale, la neve raccolta durante la stagione invernale viene conservata in un deposito per essere riutilizzata sotto forma di liquido di raffreddamento in estate; infine rifiuti prodotti in fase costruttiva potranno essere riutilizzati (la parete edilizia demolita per connettere la vecchia struttura alla nuova è già stata esportata in un museo). Ambiente, emissioni, clima e materiali ecologici sono stati gli elementi chiave nel processo di pianificazione e costruzione che hanno permesso di raggiungere con ampio margine il livello Excellent della certificazione ambientale internazionale Breeam.

Il nuovo terminal su due piani ospita gates nazionali e internazionali sotto una copertura curva che mantiene l’espressione nordica e la semplicità razionale della struttura esistente © NORDIC Office of Architecture/Ivan Brodery

Il nuovo terminal su due piani ospita gates nazionali e internazionali sotto una copertura curva che mantiene l’espressione nordica e la semplicità razionale della struttura esistente © NORDIC Office of Architecture/Ivan Brodery

Scheda del progetto
Progettisti: Nordic – Office of Architecture
Realizzazione: 2009-20017; inaugurazione 27 aprile 2017
Dimensioni: 265.000 mq (superficie totale) – 117.000 mq (superficie dell’ampliamento)
Committente: Avinor Oslo Lufthavn
Programma funzionale: ampliamento del terminal esistente e della stazione ferroviaria al centro dell’aeroporto (flusso di passeggeri previsto: 32 milioni – nuovi gates: 11 – nuovi check in desk: 35; nuovi ristoranti e chioschi: 21 – nuovi negozi: 9)
Certificazione energetica: Breeam Excellent
Costo di costruzione: 14 miliardi di Nok (circa 1,5 miliardi di euro)

Leggi anche: Un aeroporto in legno lamellare: la sfida delle Filippine

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
L’aeroporto di Oslo è stato ampliato e certificato Breeam Ingegneri.info