Per il ponte ciclopedonale di Parma il primo bando BIM d'Italia | Ingegneri.info

Per il ponte ciclopedonale di Parma il primo bando BIM d’Italia

Si tratta di una passerella di 70 metri per pedoni e biciclette. Il sindaco Pizzarotti: “I lavori inizieranno entro l’anno”

Render del ponte secondo il progetto “A” firmato dal capogruppo Mario Macchiorlatti Dalma
Render del ponte secondo il progetto “A” firmato dal capogruppo Mario Macchiorlatti Dalma
image_pdf

Riguarderà la gara per l’affidamento dei lavori di realizzazione del Ponte della Navetta, a Parma, da parte del Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Lombardia-Emilia Romagna, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, guidato dal provveditore Pietro Baratono.

Si tratta del primo bando BIM del Ministero delle Infrastrutture, che seguirà le disposizioni del Nuovo Codice dei Contratti, ed è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 28 luglio scorso.

L’opera in questione ha un valore di 1,34 milioni di euro, è una passerella di 70 metri destinata a pedoni e biciclette sul torrente Baganza e sarà il primo progetto pilota che applicherà i principi di appalto digitale dei lavori. Interventi resi necessari in seguito alla piena del torrente Braganza del 13 ottobre 2014, che aveva causato il crollo del ponte storico in muratura.

Alla progettazione “tradizionale” sono stati affiancati i modelli informativi che, come spiegato in una nota del Ministero, hanno permesso di verificare “gli errori progettuali e le interferenze fra le varie parti costituenti la struttura del ponte durante la progettazione e le fasi di verifica e valutazione del Provveditorato”. Fra questi, è stato aggiunto il “Capitolato Informativo” da allegare al progetto e che consentirà di creare un ambiente di condivisione dei dati a supporto del processo di realizzazione e gestione dell’opera.

“I modelli informativi e il Capitolato Informativo – spiegano i tecnici del Mit – sono stati costruiti seguendo le linee delle nuove Norme UNI 11337:2017 pubblicate a febbraio 2017”. I modelli informativi verranno aggiornati durante la fase esecutiva dell’opera e ne supporteranno la direzione dei lavori.
E ora, dopo l’ufficializzazione del bando, il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, tramite un post su Facebook, si è anche esposto sulle possibili date di inizio e fine lavori: “Finalmente anche il nuovo ponte della navetta inizia a prendere corpo, e siamo stati innovativi non solo nel progetto ma anche nel bando di gara. L’obiettivo è iniziare i lavori entro l’anno in modo da inaugurare il prossimo. Una richiesta sempre molto sentita dalle persone dei due quartieri, e che finalmente vedrà la luce”.

Nel 2015 il Comune di Parma aveva sottoposto tre progetti per il ponte, preselezionati da una commissione tecnica, al giudizio diretto dei cittadini. Attraverso questa inedita modalità combinata di voto partecipato e giudizio tecnico, era stata stilata una graduatoria che aveva visto vincitore il progetto “A” firmato dal capogruppo Mario Macchiorlatti Dalmas, iscritto all’Ordine degli Architetti di Torino.

Leggi anche: Chi lavora con il BIM oggi? Opportunità e lacune di una professione in crescita

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Per il ponte ciclopedonale di Parma il primo bando BIM d’Italia Ingegneri.info