Viaggia in maniera intelligente, vivi meglio | Ingegneri.info

Viaggia in maniera intelligente, vivi meglio

wpid-5421_traffic.jpg
image_pdf

Viaggia in modo più intelligente, vivi meglio“: questo il tema per la Settimana europea della mobilità 2010 che si svolgerà dal 16 al 22 settembre, coinvolgendo, oltre ai Paesi dell’Unione Europea, Brasile, Venezuela, Colombia, Canada, Giappone, Sud Corea e Taiwan.

L’obiettivo generale è quello di incoraggiare l’opinione pubblica ad agire contro l’inquinamento provocato dall’aumento del traffico motorizzato nell’ambiente urbano, incoraggiando le città europee a promuovere modalità di trasporto alternative e ad investire nelle infrastrutture necessarie. In realtà, non solo una questione di lotta contro l’inquinamento atmosferico o acustico, ma anche di miglioramento della  qualità della vita urbana.

La Settimana Europea della Mobilità è una campagna di sensibilizzazione all’uso del trasporto pubblico, delle biciclette e dell’andare a piedi.

La Settimana Europea della Mobilità è stata presentata dalla Commissione Europea nel Piano d’Azione sulla Mobilità Urbana come una delle campagne per la mobilità sostenibile che gioca un ruolo importante nella creazione di una nuova cultura per la mobilità urbana e prevede:

  • Promuovere politiche integrate per affrontare la complessità dei sistemi di trasporto urbano, le questioni di governance e la necessaria coerenza tra politiche diverse, ad esempio tra quella della mobilità urbana e quella della coesione, dell’ambiente o della salute.
  • concentrarsi sui bisogni dei cittadini promuovendo informazioni affidabili sui viaggi, nonché un elevato livello di tutela dei diritti dei passeggeri;
  • sostenere i trasporti urbani non inquinanti introducendo nuove tecnologie pulite e carburanti alternativi, nonché promuovendo la tassazione intelligente per incoraggiare gli utenti a cambiare le loro abitudini in materia di trasporti;
  • rispondere alle richieste di finanziamento valutando attentamente le opportunità esistenti, gli innovativi modelli di partenariato privato e pubblico, nonché le nuove soluzioni di finanziamento;
  • incoraggiare la condivisione di esperienze e conoscenze per permettere un miglior accesso a queste informazioni e aiutare gli interessati a fare tesoro di tali esperienze, nonché dei dati e delle statistiche;
  • ottimizzare la mobilità urbana a favore di un’integrazione, di un’interoperabilità e di un’interconnessione efficaci tra le reti di trasporto;
  • migliorare la sicurezza stradale, specialmente a favore degli utenti della strada vulnerabili quali giovani e anziani.

Fonte: Commissione europea

Copyright © - Riproduzione riservata
Viaggia in maniera intelligente, vivi meglio Ingegneri.info