Addio a Ray Tomlinson, l'ingegnere che inventò la posta elettronica | Ingegneri.info

Addio a Ray Tomlinson, l’ingegnere che inventò la posta elettronica

Vita e leggende di Ray Tomlinson, ingegnere elettrico inventore della posta elettronica, scomparso a 74 anni

ray-1020
image_pdf

Ray Tomlinson è scomparso a 74 anni. Il suo è uno di quei nomi la cui influenza sulle nostre vite quotidiane è stata – ed è ancora – più imponente di quanto si possa credere. Viene ritenuto, infatti, l’inventore della posta elettronica, o perlomeno l’autore del primo esperimento che consentì l’invio di messaggi istantanei tra computer.

Laureatosi al Mit di Boston in ingegneria elettrica, Tomlinson entrò subito nel gruppo di ricerca della BBN Technologies, per poi occuparsi del famoso progetto ARPANET, voluto dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, protagonista degli anni della Guerra Fredda.

Nel mentre, così per gioco, mise a punto un piccolo software che consentiva di mandare messaggi istantanei da un computer all’altro. Naturalmente gli elaboratori elettronici, erano molto diversi da quelli immaginabili oggi, e soprattutto di gran lunga meno diffusi.

E una ‘invenzione’ di quel genere era a dir poco rivoluzionaria. Leggenda vuole che nel clima di sospetti e strette sorveglianze del progetto Arpanet, Tomlison abbia detto al collega al quale mostrò l’esperimento “non dirlo a nessuno: guai se scoprono se lavoriamo su cose per le quali non veniamo pagati!”. Per fortuna ebbe l’intuizione che la cosa potesse essere di aiuto proprio al progetto, pur non essendo nata per quello scopo.

Il primo messaggio via email fu stato inviato tra due computer posti uno accanto all’altro, del quale nessuno ha mai conservato traccia, perché come diceva spesso Tomlison era “del tutto dimenticabile”. Una volta perfezionato il funzionamento del protocollo di invio, il software fu diffuso tra i suoi colleghi, la cui prima mail conteneva appunto i dettagli su come funzionava la posta elettronica.

Un’altra leggenda vuole che il simbolino @ sia stato scelto dopo un lungo scrutare la tastiera da parte di Tomlison, che lo ritenne il più adatto alla destinazione d’uso. In realtà la cosiddetta “a commerciale” non aveva mai avuto la stessa diffusione della & per cui non fu difficile assegnarle una destino più felice di quello dell’estinzione certa, se non fosse stato per la posta elettronica.

e_mail_ThinkstockPhotos
Col passare degli anni, con l’abitudine all’uso delle mail, Ray Tomlison si è visto ricevere riconoscimenti e premi in numero decisamente maggiore rispetto a quelli che avrebbe potuto comunque meritare per invenzioni più complesse all’interno di Arpanet (il cui scopo, già prima che la Guerra Fredda terminasse, non fu più dichiarato interessante dalla Difesa americana, che comunque dopo vaeri tentativi lo dismise del tutto nel 1990), rete antesignana di Internet.

Nel 2000, ha ricevuto il George R. Stibitz Computer Pioneer Award dall’American Computer Museum, un Webby Award dalla International Academy of Digital Arts and Science, un Innovation Award from dalla rivista Discover, e l’Eduard-Rhein Cultural Award.

Il contributo di Tomlinson ai protocolli di posta elettronica, pur essendo cambiati nel tempo, e ovviamente migliorati, non è mai stato dimenticato.
E ironicamente, svela Joyce Kuzman, sua collega alla Raytheon (una compagnia di ricerca tecnologica a scopo militare) “era sorprendentemente non dipendente dalla posta elettronica”.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Addio a Ray Tomlinson, l’ingegnere che inventò la posta elettronica Ingegneri.info